Netflix aggiunge altri giochi, incluso il titolo a pagamento di Riot Games “Hextech Mayhem” – TechCrunch

Il servizio di streaming Netflix sta espandendo ancora una volta la sua gamma di giochi con il lancio di altri due titoli, che inizieranno a essere lanciati a livello globale a partire da oggi alle 17:00 ET. Tra le novità c’è Riot GamesCaos hextech”, una storia di League of Legends, disponibile anche attraverso altre piattaforme di gioco e mercati, tra cui Nintendo Switch, Steam, Epic Games Store e GOG.com, dove viene offerto come download a pagamento di $ 9,99. L’altro nuovo titolo, “Dungeon Dwarves”, proviene dallo sviluppatore canadese Iper Ippopotamouna società fondata dal co-fondatore del Club Penguin Lance Priebe nel 2012.

Entrambi i titoli lanciati oggi rappresentano nuove partnership di gioco per Netflix.

Netflix osserva che “Hextech Mayhem”, un corridore ritmico dal ritmo frenetico, era già stato lanciato in modo soft nei mercati di prova di Polonia, Italia, Spagna e Brasile, ma ora viene lanciato agli abbonati globali. In particolare, questo è un gioco abbastanza nuovo che è appena diventato disponibile per altre piattaforme di gioco nel novembre 2021. Rappresenta anche il primo grande franchise di giochi ad entrare nella collezione di giochi Netflix. Tuttavia, non è il primo gioco Netflix venduto altrove. “Arcanium: Rise of Akhan” aggiunto di recente è anche un titolo premium disponibile su altre piattaforme.

Il dungeon crawler “Dungeon Dwarves”, nel frattempo, sta diventando disponibile solo ora per i membri di Netflix. È il primo e unico gioco inattivo lanciato sul servizio Netflix.

Crediti immagine: Netflix

Come gli altri suoi giochi, gli utenti di Netflix saranno indirizzati ai nuovi titoli tramite le app dell’azienda su iOS e Android. Su Android, gli utenti possono trovare giochi in più posizioni, inclusa una scheda dedicata ai giochi nella navigazione principale dell’app. Su iOS, invece, i giochi sono presenti in una riga dedicata. I giochi stessi sono ospitati sui rispettivi app store delle piattaforme, non sull’infrastruttura di Netflix, ma possono essere giocati solo dagli utenti di Netflix. Dopo l’installazione, i giochi chiederanno agli utenti di autenticarsi con le informazioni sull’account Netflix per iniziare.

READ  Designer oggi: Philip Negro - rooftop

Netflix ha sviluppato il suo servizio di gioco dalla fine dell’anno scorso, quando la società ha debuttato con la sua formazione iniziale che includeva poi un paio di titoli a tema “Stranger Things” e altri titoli casuali. Da allora, ha rapidamente ampliato le sue offerte disponibili per includere giochi di puzzle, giochi di corse, giochi di strategia open world e altro ancora. I giochi stessi non sono sviluppati internamente da Netflix, ma sono forniti da partner, tra cui Frosty Pop, Rogue Games e BonusXP. A volte usano IP meno recenti concessi in licenza da aziende più grandi, come Gameloft. Ad oggi, Netflix ha lanciato una dozzina di titoli, ma finora non ha ancora capitalizzato l’acquisizione di Night School Studios, noto soprattutto per i giochi basati sulla narrativa come Oxenfree.

La società ha spiegato agli investitori durante la sua recente telefonata sugli utili del quarto trimestre che questi lanci iniziali di giochi riguardano più la configurazione di Netflix per capire meglio cosa vogliono i consumatori dal nuovo servizio.

“È estremamente eccitante arrivare a questo punto perché fondamentalmente abbiamo costruito l’impianto idraulico e tutta l’infrastruttura tecnica solo per arrivare al punto in cui possiamo farlo, ovvero lanciare costantemente giochi a livello globale a tutti i nostri membri”, ha affermato il COO di Netflix e il Chief Product Officer Greg Peters durante la chiamata. “Ora stiamo davvero imparando da tutti quei giochi quali sono i modelli di scoperta, quali sono i modelli di coinvolgimento, come si comportano, cosa vogliono i nostri membri dai giochi sul servizio”.

La società, tuttavia, deve ancora dettagliare le prestazioni dei suoi giochi, dicendo solo che ha un “numero crescente” di utenti attivi sia quotidianamente che mensilmente sui suoi titoli di gioco.

READ  Tre cose da sapere sul finalista di Wimbledon Matteo Berrettini prima di affrontare Djokovic - The New Indian Express

Netflix ha anche accennato alla sua disponibilità a concedere in licenza giochi IP più grandi che le persone riconosceranno in futuro, osservando che “Penso che alcuni di questi accadranno nel corso dell’anno a venire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.