“Nessuno ha creduto in noi nel girone di Champions, ma lo abbiamo sempre fatto”

Il centrocampista dell’Inter Henrikh Mkhitaryan ritiene che la squadra non abbia perso la fiducia in se stessa in Champions League.

Parlando alla radio italiana Sky Sport Italia, il 33enne ha notato che molti nerazzurri hanno cancellato le loro occasioni a causa delle difficoltà del proprio girone, ma la squadra non ha smesso di credergli.

L’Inter si è assicurata quello che è stato ampiamente considerato il “gruppo della morte” nel sorteggio di Champions League, considerando i pesanti battitori Bayern Monaco e Barcellona nel loro girone.

La sconfitta nella prima giornata per mano del Bayern ha reso le cose ancora più difficili.

Nelle gare successive, però, i nerazzurri hanno battuto Viktoria Plzen e Barcellona e poi hanno ottenuto un vivace pareggio in trasferta con i blaugrana.

Ora, un’altra vittoria contro il Plzen assicurerà un posto negli ottavi.

Mkhitaryan ha tenuto a sottolineare che “non ci siamo ancora”.

Ha continuato: “All’inizio nessuno credeva in noi, ma abbiamo sempre creduto in noi stessi”.

“Possiamo raggiungere i nostri obiettivi e domani sarà la partita più importante del girone e dobbiamo essere perfetti”, ha dichiarato l’armeno.

Della sua esperienza con l’Inter, Mkhitaryan ha dichiarato: “Sto davvero bene qui, devo ringraziare i miei compagni di squadra che mi hanno aiutato sin dal primo giorno”.

Ha aggiunto: “Non sono ancora al livello che voglio essere, devo lavorare finché non sarò al livello che tutti sanno che posso essere e posso ancora fare di meglio”.

Nella vittoria di sabato sulla Fiorentina, il centrocampista ha detto: “Alla Fiorentina sapevamo che dovevamo vincere, quella è l’Inter”.

“Nonostante il gol subito al 90′, credevamo nella vittoria, volevamo vincere perché era una partita importante”.

READ  Swiatek sta per entrare agli Open di Francia, pensando all'Ucraina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.