Nessuna pressione per dire che dimenticami è il giocatore più pagato in MLS

TORONTO: Lorenzo Insigne può essere visto come uno degli acquisti più importanti della Major League Soccer, ma il nazionale italiano si è scrollato di dosso l’idea di qualsiasi pressione quando lunedì ha presentato la premiata squadra di calcio di Toronto.

La MLS ha visto un’ondata di acquisti con grandi nomi negli ultimi mesi, tra cui il nazionale gallese Gareth Bale, che si è unito a Los Angeles lunedì dopo aver lasciato il Real Madrid, campione della Liga.

Ma è la capacità del Toronto FC di assicurarsi un talento come Insigne, 31 anni, nel pieno della sua vita che viene riconosciuto come uno spartiacque per la MLS mentre cerca di scrollarsi di dosso la sua reputazione di finalista pagato per i giocatori internazionali al ribasso. la loro vita professionale.

“Nel momento in cui abbiamo firmato Lorenzo, il nostro profilo è stato sollevato”, ha detto il presidente di Toronto Bill Manning. “Stiamo vedendo interesse per il nostro club dall’esterno in modi mai visti prima.

“Abbiamo un certo numero di buoni giocatori che firmano per questo club, ma nessuno è così grande.

Abbiamo molte ambizioni nel nostro club e non vediamo l’ora che nei prossimi quattro o cinque anni Lorenzo sia un pezzo chiave”.

Avere qualcuno della qualità di Insigne non è economico, dato che Toronto era più numerosa di diversi club europei per i servizi del capitano del Napoli e lo ha attirato in Nord America con un contratto quadriennale del valore di $ 15 milioni a stagione.

L’attaccante svizzero Xherdan Shaqiri, l’attaccante dei Chicago Fire, è in cima al libro paga della MLS con 8,15 milioni di dollari.

READ  Alex Samuel è tornato all'ovile per il lavoro italiano per gli scozzesi

Con Insigne che sta diventando il giocatore più pagato della MLS, Toronto FC e i suoi fan possono aspettarsi un ritorno su questo investimento così come il campionato che cerca di attirare più giocatori della sua qualità.

Se Insigne sentiva qualche pressione, l’italiano, che indossava una giacca bianca fresca e orecchini tempestati di diamanti, non lo ha mostrato sul palco per affrontare per la prima volta i media canadesi.

“Ho giocato 10 anni con il Napoli e la Nazionale italiana, ho vinto la Coppa dei Campioni (l’Europeo), quindi non ho riscontrato alcun problema di pressione”, ha detto Insigne ai giornalisti tramite un interprete. “Preferisco che le mie azioni parlino per me in campo.

“Ho deciso non per i soldi, ma per trovare una nuova vita per la famiglia e i miei figli”.

Insigne ha firmato con il Toronto FC a gennaio e, dopo la scadenza del contratto con il Napoli, giocherà la sua prima partita in casa con il club canadese il 9 luglio contro i San Jose Earthquakes.

L’allenatore del Toronto FC Bob Bradley spera che Insigne, che ha vinto due volte la Coppa Italia a Napoli, possa aggiungere qualche scintilla a una squadra che manca di consistenza, visto che è arrivata 11a nella Eastern Conference a 14 squadre dopo 16 partite.

“Ho vinto tanto con il Napoli e ho perso anche, ma volevo un cambiamento e soprattutto una sfida”, ha detto Insigne, che ha giocato 54 partite con l’Italia. “Voglio che le persone mi apprezzino e mi capiscano meglio attraverso le mie azioni in campo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.