Ministero dell’Interno smetterà di pagare per gli articoli da toeletta e i farmaci dei richiedenti asilo | Immigrazione e asilo

I richiedenti asilo che soggiornano negli hotel sono stati informati dal Ufficio a casa che smetterà di fornire loro l’accesso gratuito a articoli da toeletta non di base e farmaci da banco dalla prossima settimana.

Secondo una lettera visionata dall’agenzia di stampa della PA, le misure entreranno in vigore l’11 febbraio.

Faiz Mohammad Seddeqi, ex guardia dell’ambasciata britannica a Kabul, ha soggiornato in un hotel a Watford per quasi sei mesi dopo essere stato evacuato dall’Afghanistan con sua moglie e suo figlio.

Il 30enne, che giovedì ha ricevuto la lettera, ha raccontato all’Ap tramite un interprete: “Quando vediamo questo tipo di reazione e decisione da [the] Ministero degli Interni, significa: ‘D’ora in poi, non ci preoccupiamo per te e non ci preoccupiamo per te: devi gestire tutto da solo.'”

Il fratello di Seddeqi, anch’egli fuggito Afghanistan e desiderava rimanere anonimo, ha detto in risposta alla lettera che sperava che i richiedenti asilo potessero sentirsi “un po’ di più” accuditi dal governo del Regno Unito.

“È molto difficile per ogni persona afghana [who] ha lasciato il loro paese ed è venuto qui, perché tutto ha distrutto il nostro paese: le infrastrutture, i nostri obiettivi, i nostri obiettivi … Tutto è appena crollato”, ha detto.

“Stanno venendo qui nel Regno Unito… Non c’era nessun altro posto sicuro, nessun altro posto dove partire e realizzare i propri sogni”.

La lettera, dall’Afghanistan Resettlement Arrivals Project presso il Ministero dell’Interno, recita: “Finora, oltre ai pagamenti del credito universale e all’alloggio e ai pasti forniti negli hotel ponte, abbiamo fornito alcuni articoli aggiuntivi.

“Ti scrivo per informarti che dall’11 febbraio non forniremo più quegli articoli aggiuntivi e dovrai acquistarli per te stesso utilizzando i tuoi pagamenti di credito universale”.

La lettera afferma che i richiedenti asilo continueranno a ricevere i “pasti principali”, compresi “pappe e latte per bambini”, ma non riceveranno più “spuntini, articoli da toeletta gratuiti [aside from basic toiletries] o farmaci da banco”.

“Dovrai pagare il tuo trasporto o le tariffe del taxi per gli appuntamenti”, aggiunge la lettera.

Il Ministero dell’Interno è stato contattato per un commento.

È stato rivelato all’inizio di questa settimana il governo del Regno Unito sta spendendo 4,7 milioni di sterline al giorno per alloggiare i richiedenti asilo in hotel, una stima di £ 127 a persona. Ci sono attualmente 25.000 richiedenti asilo e 12.000 rifugiati afgani negli hotel, ha detto mercoledì il Ministero dell’Interno alla commissione per gli affari interni.

Ai parlamentari è stato detto che il governo era “ottimista” sul fatto che avrebbe trovato un nuovo modo di lavorare con questi consigli “su come gestiamo i costi”.

Il ministro dell’Interno, Priti Patel, ha affermato che la politica è “del tutto inadeguata”, aggiungendo: “Non vogliamo persone negli hotel”.

Ha anche affermato che il governo e le autorità locali stanno “lottando” per trasferire i rifugiati afgani in alloggi permanenti più adatti poiché il paese non dispone di infrastrutture sufficienti.

READ  Migliaia di immigrati marciano da una città del Messico verso gli Stati Uniti e aggirano il blocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.