Max Verstappen ha assegnato la penalità del Gran Premio d’Italia

Hamilton e Russell hanno osservato un minuto di silenzio in ricordo della morte della regina Elisabetta II

Max Verstappen della Red Bull ha ricevuto una penalità di cinque posizioni al Gran Premio d’Italia.

L’olandese è arrivato praticamente secondo, a 0,143 secondi dal ferrarista Carlos Sainz, che partirà da dietro con una penalità in rete.

Charles Leclerc della Ferrari è stato terzo e più veloce senza penalità, davanti a Lando Norris della McLaren.

George Russell della Mercedes è arrivato quinto dopo essersi separato dal compagno di squadra Lewis Hamilton sulla seconda Red Bull di Sergio Perez.

Le Alpi sono arrivate da Esteban Ocon e Fernando Alonso in ottava e nona posizione, davanti al pilota della Williams Alex Albon.

Alla luce delle penalità per Verstappen e Sainz, Leclerc – che in campionato è dietro a Verstappen di 109 punti – sembra un probabile candidato per il primo posto.

Ma al passo di gara, Verstappen è stato comodamente il più veloce, con un tempo medio sul giro con le gomme medie di circa 0,4 secondi più veloce di Sainz, che era più di 0,5 secondi più veloce di Hamilton.

Con la gomma morbida, Leclerc è stato il più veloce, 0,6 secondi o più veloce di Russell.

Verstappen ha detto che non si aspettava lo stesso livello di vantaggio che aveva due settimane fa al Gran Premio del Belgio, che si è svolto su una pista ad alta velocità, ma ha caratteristiche molto diverse rispetto a Monza.

“Monza non è come una spa dal punto di vista del tracciato. È a bassa potenza ma non ci aspettavamo che fosse come una spa. Ma se riusciamo a trovare un modo per arrivare a metà percorso, penso che abbiamo buone possibilità .”

READ  Signage indicates that aircraft are leasing Robert Saleh

“La Ferrari sta bene. Non sono preoccupato per questo. Abbiamo ancora alcune cose da finire ma se guardi alle lunghe distanze penso che stiamo molto bene e questa è la cosa più importante per la gara”.

I piloti Mercedes hanno dichiarato di aver perso prestazioni tra il primo e il secondo tempo.

“È un giorno un po’ strano”, ha detto Russell. “La P1 sembrava molto forte, ma poi sembrava che Ferrari e Red Bull fossero un passo avanti rispetto a noi – o forse abbiamo fatto un passo indietro perché eravamo dietro la McLaren in P2. Quindi c’era un po’ di lavoro da fare per capire cosa c’era dietro.”

Russell ha anche detto che pensava che la Mercedes fosse in ritardo rispetto alla Ferrari in termini di quantità di potenza disponibile da distribuire sul giro dal sistema ibrido.

“Nel complesso, ci manca un po’ di sensibilizzazione”, ha detto. “Penso che siamo simili alla Red Bull, ma la Ferrari sembra avere il sopravvento in termini di spread perché ha più soldi con cui fare i conti. È qualcosa con cui dobbiamo fare i conti”.

Altri piloti che rischiano un calo in griglia sono Perez, che ha preso una penalità di 10 posizioni, così come Hamilton, Valtteri Bottas dell’Alfa Romeo e Yuki Tsunoda dell’Alfa Torey, che saranno tutti in fondo alla griglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.