Matteo Berrettini: conoscere la star di Netflix Break Point | Giro dell’ATP

Matteo BerettiniIl gioco ad alta potenza lo ha portato al sesto posto nella classifica Pepperstone ATP oltre che a Wimbledon Il finale, con il temibile servizio e il dritto dell’italiano, due dei colpi più spettacolari del gioco moderno.

Tuttavia, l’intensità di Brittini in campo è in netto contrasto con il suo comportamento fuori dal campo, poiché ha una presenza calma, calorosa e affascinante in tournée. Ora uno dei punti focali della nuova serie di documentari di Netflix punto di rotturaATPTour.com dà uno sguardo a cinque cose che potresti non sapere sul carismatico italiano.

1. Suo fratello minore Jacobo lo ha ispirato a tornare a giocare a tennis
Brittini ha smesso di giocare a tennis all’età di sei anni perché preferiva il nuoto, soprattutto il judo. È stato suo fratello minore Jacopo a chiedere a Matteo di provare di nuovo lo sport dopo due anni e da allora l’italiano non si è più guardato indietro. I fratelli hanno giocato in doppio insieme nell’ATP Tour.

“Tutta la mia famiglia ha giocato a tennis”, ha spiegato Berrettini a Head.com. “I miei genitori erano soci di un circolo tennistico di Roma, ma all’inizio non mi piaceva molto… Ma quando avevo circa otto anni, il mio fratellino Jacopo, che già giocava a tennis, mi disse: ‘Vieni acceso. Riprova. Ti piacerà.'” ‘ E così ho fatto, e non ho mai smesso”.

<a href =Matteo Berrettini, Jacopo Berettini“/>

Matteo Berettini E suo fratello minore Jacopo Berettini Goditi il ​​cibo sardo a Cagliari nel 2021.

2. Ha giocato un ruolo fondamentale in un fine settimana storico per lo sport italiano
Nel 2021 Berrettini è diventato il primo italiano della storia a raggiungere la finale Wimbledon finale, dove il suo sogno finalmente si è concluso Novak Djokovic nella partita di campionato. Nonostante questa delusione, poche ore dopo, Berrettini ha attraversato Londra fino allo stadio di Wembley per vedere la nazionale italiana di calcio alzare il trofeo del Campionato Europeo dopo aver sconfitto ai rigori la nazione ospitante l’Inghilterra.

READ  Notizie sportive oggi: cosa devi sapere

“Volevo vedere questa partita dal vivo per provare a non rimanere deluso [of Wimbledon] “È stato fantastico – ha detto a Sky Sports Italia Brittini, che è amico di diversi calciatori italiani e si è unito ai suoi connazionali nei festeggiamenti post partita -. Ero più nervoso di quanto lo fossero i miei genitori quando lavoravo”. Wimbledon Ultimo!”

3. HA GIÀ FATTO IL PERCORSO ACCADEMICO AL TOUR
Il percorso di Berrettini per diventare un membro dell’élite del tennis ha coinvolto quasi tanti libri quanti esercizi di base. L’italiano, la cui materia scolastica preferita era la storia, ama leggere le opere di Charles Bukowski e ha intitolato il suo libro preferito Per chi suona la campana di Ernest Hemingway. In un’intervista con GQ lo scorso anno, ha rivelato che stava seriamente pensando di giocare a tennis al college prima di prendere la decisione di diventare professionista.

“Ho finito il liceo e i miei genitori mi chiedevano: ‘Vuoi andare al college negli Stati Uniti? Vuoi iniziare il college qui in Italia?’ E io ho detto: ‘Ragazzi, datemi due anni e facciamo vedere dove posso arrivare. Se non raggiungo il livello che voglio raggiungere, farò qualcos’altro. Ed è andata bene, quindi non ho avuto tempo per l’università.

4. Abbraccia il “potere dei noodle”
La Berrettini Race 2019 a Campionato US Open La semifinale è stata aiutata da un’abitudine di pasta post partita del ristorante Manhattan dell’amico Giovanni Bartucci, Via della Pace. “Sono di Roma, quindi carbonara [is what I eat there]Berrettini ha detto, prima di ammettere che il suo piatto preferito non è necessariamente in linea con la dieta di un atleta d’élite. “Forse non dovrei dirlo, ma sarà un piatto pesante!”

READ  'Nessuna scusa' - I tifosi del Manchester United fanno un chiaro appello per il trasferimento di Christopher Nkunko

Berrettini è abituato a Bartucci come tifoso assiduo e schietto durante le sue partite a New York, dove ha anche raggiunto i quarti di finale nel 2021 e nel 2022. Campionato US Open vittorie. “Ha urlato fin dal riscaldamento… È un ragazzo speciale che è pronto a tifare e anche a farci ridere, perché è un tale personaggio.”

Ti potrebbe piacere anche: Netflix Q&A: punto di rottura con Matteo Berrettini

5. Non ha paura di fare uno scherzo al suo allenatore
Brittini era sotto la guida dell’allenatore Vincenzo Santopader Da quando aveva 14 anni. Il 26enne ha mantenuto la fiducia nel suo allenatore d’infanzia durante il suo viaggio verso la top 10, e la longevità del rapporto di lavoro della coppia può essere attribuita alla loro capacità di divertirsi l’un l’altro una volta saliti. fuori dal campo.

“Ho avuto uno stretto rapporto padre-figlio con il mio allenatore”, ha detto Berrettini ad ATPTour.com nel 2021. “Stiamo scherzando, lo prendo in giro, lo registro mentre dorme, lo sveglio… lo pago, così posso allontanarmi da lei!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.