Mancini è fiducioso che l’Italia riuscirà a ‘scalare’ a Euro 2024 dopo la sconfitta dell’Inghilterra.

Roberto Mancini sa che l’Italia deve affrontare una “salita in salita” per qualificarsi a Euro 2024 dopo essere stata battuta 2-1 dall’Inghilterra.

Declan Rice ha aperto le marcature e Harry Kane ha segnato il suo 54esimo gol per la sua nazionale dal dischetto diventando il miglior marcatore di tutti i tempi dell’Inghilterra nell’intervallo nell’esordio del Gruppo C allo Stadio Diego Armando Maradona giovedì.

L’argentino Mateo Rettegui ha segnato il suo esordio con un gol per rimettere in gioco i campioni d’Europa, e l’Italia ha avuto più speranze quando Luke Shaw è stato espulso all’80’.

L’Inghilterra ha resistito per vendicare la sconfitta nella finale di Euro 2020, assicurandosi la prima vittoria contro l’Italia dal maggio 1961.

Dopo aver saltato la Coppa del Mondo 2022 in Qatar, la squadra di Gareth Southgate è rimasta imbattuta per 40 partite di qualificazione agli Europei, lasciando ai campioni in carica del lavoro da fare per tornare a un torneo importante in Germania l’anno prossimo.

L’allenatore degli Azzurri Mancini ha dichiarato: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e poi abbiamo subito due gol su due calci piazzati; avremmo dovuto essere più attenti.

“Abbiamo dominato il secondo tempo e probabilmente abbiamo meritato il pareggio. Alla fine siamo rimasti delusi, ma abbiamo ancora molta strada da fare”.

Ha aggiunto: “Nel secondo tempo abbiamo pressato meglio, più in alto, e ho rivisto una squadra migliore: ci dà fiducia. L’Inghilterra è sempre pericolosa sui calci piazzati, ma non avremmo dovuto subire quei due gol.

READ  L'asso del Leeds United Gonto gioca in Italia contro l'Inghilterra, reagiscono i giornali italiani

“Ci siamo comunque rimboccati le maniche e abbiamo giocato bene. La strada è un po’ più in salita ora, ma sarà comunque un finale liscio”.

Mancini è stato incoraggiato dall’impatto di Redegui nel secondo tempo contro il Napoli, dopo che l’attaccante è diventato il primo giocatore ad aprire il proprio conto in Italia mentre giocava per un club fuori dall’Europa.

“Rettegui non sta ancora imparando a conoscere i suoi compagni di squadra ei nostri movimenti come squadra”, ha detto Mancini dell’attaccante del Tigre.

“Nel primo tempo ha avuto difficoltà contro i difensori dell’Inghilterra che sono molto forti fisicamente, ma nella ripresa ha fatto bene. È giovane e penso che abbia bisogno di un po’ di tempo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *