L’ultimo re greco, Costantino II, muore all’età di 82 anni Grecia

GreciaL’ex re Costantino II, il cui regno di nove anni ha coinciso con uno dei periodi più turbolenti della storia politica del paese, è morto in un ospedale privato ad Atene, hanno annunciato i suoi medici martedì scorso. Aveva 82 anni.

Costantino, cugino del monarca britannico re Carlo III, morì “di colpo”. I media greci hanno riferito che è stato trasferito in un ospedale di Atene la scorsa settimana a causa di problemi respiratori.

Quando salì al trono come Costantino II all’età di 23 anni nel 1964, il giovane monarca, che aveva già raggiunto la gloria come medaglia d’oro olimpica nella vela, era molto popolare.

Entro l’anno successivo, ha sperperato gran parte di questo sostegno prendendo parte attiva alle macchinazioni che hanno fatto cadere il governo dell’Unione di centro eletto dal popolo del primo ministro George Papandreou.

Questo incidente, ancora ampiamente noto in Grecia come “apostasia”, o la defezione dal partito al governo per molti legislatori, destabilizzò l’ordine costituzionale e portò nel 1967 a un colpo di stato militare. Alla fine Costantino si scontrò con i governanti militari e fu costretto all’esilio.

Una dittatura ha abolito la monarchia nel 1973 e, quando la democrazia è stata ripristinata l’anno successivo, quasi il 70% dei greci ha votato per abolire la monarchia in un referendum, ponendo fine a una dinastia iniziata dal bisnonno danese di Costantino, Giorgio I, nel 1863.

Nel 2008, un sondaggio d’opinione ha mostrato che meno del 12% dei greci era favorevole al ritorno a una monarchia costituzionale. Più del 43% ha incolpato Costantino per l’arrivo della giunta militare.

READ  La preoccupazione per la vita di Joe Biden ha "spinto" la Casa Bianca a ritardare il viaggio in Arabia Saudita

Costantino è nato il 2 giugno 1940, ad Atene, dalla principessa Frederica di Hannover e dal principe Paolo, fratello minore di re Giorgio II ed erede presunto al trono.

Sua sorella maggiore, Sofia, è la moglie dell’ex re Juan Carlos I di Spagna. Era anche il nipote del principe Filippo di origine greca, defunto duca di Edimburgo e marito della defunta regina britannica Elisabetta II.

La famiglia che ha governato la Grecia dal 1863, salvo un intervallo repubblicano di 12 anni tra il 1922 e il 1935, discendeva dal principe Cristiano, che in seguito divenne Cristiano IX di Danimarca, della famiglia Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg. famiglia reale danese.

Quando la dittatura crollò nel luglio 1974, Costantino era ansioso di tornare in Grecia, ma il politico veterano Costantino Karamanlis, che era tornato dall’esilio per guidare un governo civile, lo sconsigliò.

Fino ai suoi ultimi giorni, Costantino, pur accettando che la Grecia fosse ormai una repubblica, continuò a definirsi re di Grecia e i suoi figli come principi e principesse anche se i titoli nobiliari non erano più riconosciuti dalla Grecia.

Ha vissuto la maggior parte dei suoi anni in esilio nel sobborgo di Hampstead Garden, a nord di Londra, e si diceva che fosse particolarmente vicino al cugino di secondo grado Carlo, ora re Carlo III.

Ci voleva Costantino 14 anni per tornare a casaDoveva, brevemente, seppellire sua madre, la regina Frederica, nel 1981, ma lo fece Alla fine è tornato definitivamente.

I disaccordi continuarono: nel 1994 l’allora governo socialista lo privò della cittadinanza e Ha confiscato il resto della proprietà della famiglia reale. Constantine ha fatto causa alla Corte europea dei diritti dell’uomo e nel 2002 ha ricevuto 12 milioni di euro (11 milioni di sterline), una frazione dei 500 milioni di euro che aveva chiesto.

READ  Un importante cattolico in Israele denuncia le azioni della polizia al funerale di Shireen Abu Akle | Israele

Costantino viaggiò con un passaporto danese come principe danese.

Gli sopravvissero sua moglie, l’ex principessa Anna Maria di Danimarca, sorella minore della regina Margrethe II; cinque figli, Alexia, Pavlos, Nikolaos, Theodora e Philippos; e nove nipoti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.