Lo studio ha rilevato che anche un piccolo conflitto nucleare tra India e Pakistan ucciderebbe due miliardi di persone in tutto il mondo

Uno studio ha avvertito che anche un conflitto su piccola scala tra India e Pakistan avrà conseguenze disastrose, uccidendo due miliardi di persone in tutto il mondo e interrompendo l’approvvigionamento alimentare globale.

Gli scienziati hanno analizzato sei possibili scenari che coinvolgono stati dotati di armi nucleari con la potenza di fuoco per causare sofferenza e morte in tutto il mondo. Hanno scoperto che oltre alle morti dovute all’esposizione agli atomi stessi, tali conflitti influenzerebbero anche il clima globale e la carestia.

Questi orribili risultati arrivano in un momento in cui il rischio di una guerra nucleare totale è maggiore che in qualsiasi momento dalla Guerra Fredda, con il conflitto aperto in Europa tra Ucraina e Russia, e un’escalation. Tensioni tra Stati Uniti e Russia Così come gli Stati Uniti e la Cina.

Gli scienziati hanno considerato un’ipotetica situazione in cui è scoppiata una guerra tra India e Pakistan e i centri urbani della nazione avversaria sono stati presi di mira con 250 armi nucleari da 100 kiloton. Lo studio dei ricercatori della Rutgers University ha scoperto che un tale scenario ucciderebbe 127 milioni di persone nella sola Asia meridionale a causa di esplosioni, incendi e radiazioni.

Una guerra su larga scala tra Stati Uniti e Russia – lo scenario peggiore – spazzerebbe via più della metà dell’umanità.

“È un avvertimento che qualsiasi uso di armi nucleari potrebbe essere un disastro per il mondo”, ha detto il climatologo e autore dello studio Alan Roebuck, illustre professore presso il Dipartimento di scienze ambientali della Rutgers.

I ricercatori hanno scoperto che tali conflitti ridurrebbero i raccolti in tutto il mondo perché le armi nucleari porterebbero a tempeste di fuoco che rilasciano fuliggine che blocca la luce solare nell’atmosfera.

READ  Egitto: 10 persone sono morte quando un autobus pieno di turisti ha preso fuoco dopo essersi scontrato con un camion | notizie dal mondo

L’ultimo studio rappresenta la prima volta che gli scienziati hanno calcolato l’entità delle morti per fame e fuliggine che blocca la luce solare nell’atmosfera, molto maggiore delle perdite immediate dovute alle esplosioni atomiche.

Una guerra nucleare tra India e Pakistan, forse a causa della disputa decennale sulla regione del Kashmir, rilascerebbe nell’atmosfera circa 37 milioni di tonnellate di fuliggine, provocando un calo delle temperature in tutto il pianeta di oltre 5°C. numeri aggiornati più di recente. durante l’era glaciale.

Eliminerebbe anche le principali produzioni di colture e pesca fino al 42%. Lo studio ha mostrato che la carestia ucciderebbe due miliardi di persone in tutto il mondo.

Scoppierà una guerra più grande tra Russia e Stati Uniti, le due potenze che possiedono oltre il 90 per cento delle scorte nucleari mondiali Ha ucciso circa cinque miliardi di persone.

Eppure nessuna delle altre nove nazioni dotate di armi nucleari, tra cui Cina, Corea del Nord, Francia, Israele e Gran Bretagna, ha abbastanza potere distruttivo a portata di mano da causare enormi sofferenze e morte in tutto il mondo, ricoprendo il cielo di fuliggine, portando al freddo e carestia Lo studio ha osservato.

Ha affermato che interrompere l’approvvigionamento alimentare globale anche in uno scenario su piccola scala ridurrebbe la produzione calorica globale media del 7% entro cinque anni di conflitto, la più grande anomalia mai vista.

Lo studio ha utilizzato “i più recenti modelli di clima, colture e pesca” per calcolare come la disponibilità globale di cibo potrebbe cambiare in vari scenari di guerra nucleare.

Arriva mesi dopo che il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha avvertito che “la possibilità un tempo inimmaginabile di un conflitto nucleare è ora tornata nel regno delle possibilità”.

READ  Ever Geffen, la nave che ha tagliato il Canale di Suez, sarà rilasciata dopo che l'accordo è stato concordato | canale di Suez

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.