Lo studio dice: Allenarsi con pesi legati a un minor rischio di morte prematura

Il più ampio studio di questo tipo ha mostrato che l’esercizio fisico regolare con i pesi era collegato a un minor rischio di morte prematura.

I ricercatori affermano che assicurarsi che la routine di allenamento settimanale includa sia i pesi che le attività aerobiche sembra avere l’effetto più benefico. Le loro scoperte È stato pubblicato sul British Sports Journal medicinale.

Si raccomanda agli adulti di impegnarsi in almeno 150 minuti di attività di intensità moderata a settimana o 75 minuti di attività vigorosa.

Inoltre, sono incoraggiati a svolgere “attività di rafforzamento” che lavorino su gambe, fianchi, schiena, addome, petto, spalle e braccia almeno due giorni alla settimana.

Sebbene l’esercizio aerobico sia stato costantemente associato a un minor rischio di morte prematura, non era ancora chiaro se l’esercizio con i pesi potesse avere effetti simili.

Nel tentativo di colmare questa lacuna di conoscenze, i ricercatori hanno deciso di valutare il potenziale impatto dell’esercizio sotto carico e delle attività aerobiche sul rischio di morte prematura tra gli anziani.

I ricercatori guidati da accademici del National Cancer Institute degli Stati Uniti a Rockville, nel Maryland, hanno esaminato i dati di quasi 100.000 adulti che hanno partecipato a uno studio di screening negli Stati Uniti.

I partecipanti, che avevano un’età media di 71 anni, hanno fornito informazioni sull’attività di sollevamento pesi e su qualsiasi altro esercizio a cui avevano partecipato.

Circa il 23% ha riferito di attività di sollevamento pesi e il 16% ha riferito di sollevare pesi almeno da una a sei volte a settimana.

I ricercatori hanno considerato quasi un terzo (32%) “abbastanza attivo”, con il 24% che soddisfa le linee guida sull’attività aerobica e l’8% le supera.

READ  This breathtaking close-up image of the Grand Canyon gives us goosebumps

Durante il periodo di follow-up di 9,6 anni, ci sono stati 28.477 decessi.

Lo studio ha rilevato che gli adulti che hanno riferito di fare sollevamento pesi avevano un “rischio di mortalità per tutte le cause” inferiore del 9%. Un’osservazione simile è stata fatta per la mortalità per malattie cardiache, ma non è stato trovato alcun collegamento tra allenamento con i pesi e mortalità per cancro.

È stato riscontrato che coloro che si dedicavano al sollevamento pesi “regolare” avevano un rischio di morte inferiore del 14%. Coloro che hanno raggiunto livelli di attività aerobica avevano un rischio inferiore del 32% di morte prematura.

È stato riscontrato che gli adulti che hanno riferito di aver rispettato le linee guida sull’attività aerobica e di sollevare pesi almeno una o due volte alla settimana hanno un rischio di morte prematura inferiore dal 41% al 47%.

Lo studio si è concentrato solo sui pesi, ma c’erano altri tipi di esercizi di rafforzamento muscolare, come flessioni, squat, pilates, salti e salti, hanno detto i ricercatori.

I ricercatori hanno spiegato che l’uso dei pesi può rendere il corpo più snello: la massa magra totale è associata indipendentemente a un minor rischio di morte prematura. E se viene fatto in palestra, può anche essere molto sociale, un altro fattore associato a una vita più lunga e più sana.

“La nostra scoperta che il rischio di morte sembrava essere inferiore per coloro che hanno partecipato a entrambi i tipi di esercizio fornisce un forte supporto per le attuali raccomandazioni per la partecipazione ad attività sia aerobiche che di rafforzamento muscolare”, hanno scritto gli autori. Hanno concluso: “Gli anziani possono trarre vantaggio dall’aggiunta di esercizi di carico alla loro routine di attività fisica”.

READ  La NASA vede un relitto su Marte con un ingegnoso elicottero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.