Lo stesso giorno nel 2014: Luis Suarez morde Giorgio Ciellini d’Italia ai Mondiali

Luis Suarez si è ritrovato al centro di un’altra tempesta pungente in questo giorno del 2014.

L’incidente è avvenuto nella fase a gironi della Coppa del Mondo quando l’Uruguay è passato agli ottavi di finale dopo aver battuto l’Italia 1-0.

Tuttavia, il risultato è stato oscurato da una collisione con l’allora attaccante del Liverpool Giorgio Cilini, che aveva i denti conficcati nella spalla del difensore italiano.

Suarez ha poi afferrato il boccaglio ed è caduto a terra, con Sillini che ha protestato contro il tuffo dell’attaccante uruguaiano.

Ciellini ha detto alla tv italiana Roy TV: “È assurdo non mandare Suarez. È chiaro, è chiaro.

“Poi c’è stata l’ovvia immersione perché sapeva benissimo di aver fatto qualcosa che non avrebbe dovuto fare”.

Suarez è stato precedentemente squalificato per aver morso gli avversari, ricevendo 10 squalifica per aver morso Branislav Ivanovic del Chelsea nel 2013, ed è stato squalificato per sette partite per aver morso la squadra di Ottman del PSV Eindhoven quando ha giocato per l’Ajax nel 2010.

Successivamente è stato condannato per essere stato morso dalla FIFA, con una sospensione di quattro mesi da tutto il calcio e una squalifica internazionale per nove partite e una multa di 100.000 franchi svizzeri.

L’Uruguay è stato eliminato dalle ultime 16 partite dopo una sconfitta per 2-0 contro la Colombia, mentre Suarez è tornato al calcio con il suo debutto a Barcellona nello scontro di El Clsico nell’ottobre dello stesso anno.

READ  Sleepy Procita è stata nominata la prossima capitale culturale d'Italia: ecco perché è così speciale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.