L’italiana Prismian affronta i problemi dell’offerta con un aumento del 35% dell’utile trimestrale

  • caratteristica. EBITDA +35% nel primo trimestre a 288 milioni di euro, la stima più alta
  • Il risultato include un impatto positivo sul cambio di 15 milioni di euro
  • La guidance per l’EBITDA dell’anno fiscale è compresa tra 1,01-1,08 miliardi di euro
  • Il flusso di cassa libero ha registrato quest’anno circa 400 milioni di euro

MILANO (Reuters) – Prismian (PRY.MI) ha dichiarato giovedì di essere stata in grado di affrontare i problemi della sua catena di approvvigionamento aumentando le scorte di materie prime, poiché il produttore di cavi italiano ha registrato un aumento del 35% dell’utile core del primo trimestre dopo … forte soglia. Prestazioni energetiche.

“La catena di approvvigionamento è andata senza intoppi grazie allo stock di materie prime che abbiamo costruito”, ha detto agli analisti il ​​CEO Valerio Batista, aggiungendo che Brismian aveva aumentato le sue scorte “con attenzione” per gestire le difficoltà della catena di approvvigionamento.

Prismian ha affermato che la sua performance di gennaio-marzo significa che ora si aspetta che l’EBITDA rettificato per il 2022 sia nella fascia più alta della previsione di 1,01-1,08 miliardi di euro a marzo.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Non siamo ancora pronti per rivedere la guida. Voglio vedere prima i risultati del secondo trimestre. Sono abbastanza sicuro che li alzeremo, ma sii paziente”, ha detto Batista.

L’attività energetica di Prismian, che sta beneficiando del passaggio a una generazione di energia più pulita, ha rappresentato oltre il 65% dell’EBITDA rettificato nel primo trimestre.

Tuttavia, l’inflazione dei prezzi delle materie prime sta pesando sui suoi costi, con il direttore finanziario Pier Francesco Faccini che afferma che Brismian stima che l’aumento dei prezzi dei metalli aggiungerà 1,4 miliardi di euro (1,46 miliardi di dollari) quest’anno.

READ  Le regole sul disavanzo invariate approfondiranno il divario nord-sud - Politica

A marzo, Prismian ha stimato un flusso di cassa libero di circa 400 milioni di euro per l’anno, più o meno il 15%, ma con una generazione di cassa di 86 milioni di euro nel primo trimestre, Batista ha affermato che la linea di fondo potrebbe essere nella fascia più bassa di questi.

“Il punto medio è possibile e la fascia alta è difficile, ma non impossibile”, ha aggiunto Faccini.

L’EBITDA rettificato di Prysmian è stato di 288 milioni di euro nel trimestre, sostenuto da utili di cambio di 15 milioni di euro. Ciò ha superato il consenso fornito dalla società con un valore di 249 milioni di euro.

Nonostante le pressioni inflazionistiche, esacerbate dalla crisi ucraina, Prismian ha affermato che la sua attività è stata sostenuta dalla transizione energetica globale. Ciò ha portato a un aumento del valore dei progetti di interconnessione a otto miliardi di euro l’anno scorso, da tre miliardi di euro nel 2020, ha aggiunto.

“Ci aspettiamo che la transizione energetica stia guidando uno slancio forte e crescente”, ha affermato Batista, aggiungendo: “Si prevede che questa tendenza continuerà nel tempo”.

(1 dollaro = 0,9604 euro)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Rapporti Giulio Biovacari; Montaggio di Maria Pia Quaglia, Mark Potter e Alexander Smith

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.