L’Italia ripristina il tetto salariale per i dipendenti pubblici di alto livello

Il nuovo primo ministro italiano Mario Draghi lascia la Camera alta del Parlamento a Roma, in Italia, il 17 febbraio 2021. REUTERS/Remo Casilli

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

ROMA, 14 set. (Reuters) – Il governo italiano ha ribaltato mercoledì una controversa mossa del parlamento uscente di indebolire il tetto salariale per gli alti funzionari.

Martedì, con una votazione rapida, il Senato della Camera alta ha approvato una misura per consentire agli alti funzionari della polizia, delle forze armate e dei ministeri del governo di essere pagati più del tetto fissato a 240.000 euro (239.688 dollari) all’anno.

Il piano, proposto da Forza Italia, partito di centrodestra dell’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, è stato un’aggiunta dell’ultimo minuto a un pacchetto di aiuti progettato per aiutare le imprese e le famiglie a far fronte alla crisi energetica. Il disegno di legge necessita ancora dell’approvazione definitiva della Camera.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Una commissione della Camera bassa mercoledì ha approvato un emendamento del governo per ripristinare il tetto salariale, hanno detto le agenzie di stampa italiane.

sett. Draghi si dimetterà una volta formato il nuovo governo dopo le elezioni nazionali del 25.

Il tetto salariale è stato introdotto per la prima volta nel 2011 per limitare i benefici e la spesa pubblica. Tuttavia, alcuni funzionari hanno affermato che l’asticella è stata fissata troppo in basso e non ha attratto i migliori posti di lavoro nel settore pubblico più di quelli nel settore privato.

($ 1 = 1.0013 euro)

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

READ  Berlusconi torna come prossimo presidente dell'Italia

Angelo Amante Redazione Reporting di Keith Weir e Lisa Schumacher

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.