L’Italia ha battuto l’Ungheria e si è classificata in testa al girone della Nations League

L’Italia campione d’Europa ha battuto 2-1 l’Ungheria e si è classificata in testa al Gruppo A3 della Nations League, il girone a cui appartiene l’Inghilterra.

L’Italia passa in vantaggio quando Nicolò Parilla colpisce un tiro nell’angolino alto dal limite dell’area dopo un buon lavoro di Leonardo Spinazzola.

Lorenzo Pellegrini raddoppia il vantaggio dei padroni di casa con un rasoterra su rimpallo di Matteo Politano dalla fascia destra.

L’Ungheria, che sabato ha battuto l’Inghilterra per 1-0, è riuscita a colmare il divario con l’autorete di Gianluca Mancini.

L’Italia, che non è riuscita a qualificarsi per la Coppa del Mondo 2022 dopo aver perso uno spareggio contro la Macedonia del Nord, ha avuto la possibilità di segnare prima di passare in vantaggio al Cesena, ma è stata salvata due volte da Mancini con un colpo di testa del portiere ungherese Denis Debus.

Dopo il gol di Barilla, l’Italia spinge per il secondo e c’è solo un’ottima respinta di Loic Nego a negare Wilfried Gnounto, prima che Pellegrini realizzasse il 2-0.

Politano sfiora il terzo gol, ma vede il suo tiro rimbalzare sulla traversa.

Serata comoda per l’Italia, ma Mancini calcia in rete incontrastato dopo un cross dalla destra per dare speranza all’Ungheria.

L’Italia ha ora quattro punti in due partite dopo aver pareggiato 1-1 con la Germania sabato.

L’Inghilterra ospiterà l’Italia sabato 11 giugno nella ripetizione della finale di Euro 2020 della scorsa estate, vinta 3-2 ai rigori dalla squadra di Roberto Mancini dopo aver terminato 1-1 al termine dei tempi supplementari.

La partita si giocherà al Molino Stadium di Wolverhampton Wanderers con un numero limitato di presenze, dopo che la Federcalcio è stata sottoposta a sanzioni a seguito dei problemi dei tifosi nella finale di Euro 2020.

READ  Xos verrà rilasciato al pubblico tramite l'integrazione di NextGen SPAC

La FA è stata multata di £ 84.560 per “mancanza di ordine e disciplina” durante la partita dopo che centinaia di fan senza biglietti sono entrati a Wembley e hanno combattuto con i padroni di casa dopo che i dintorni dello stadio sono diventati sovraffollati poche ore prima del calcio d’inizio.

L’ingresso è consentito ai minori di 14 anni, accompagnati da un adulto, con una presenza prevista fino a 3.000 persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.