L’Italia dice addio all’Albania dopo un duro risveglio record

Ma in mezzo al rumore, l'Italia mantiene i nervi saldi e pareggia all'11' quando Bastoni segna di testa in rete su calcio d'angolo battuto da Lorenzo Pellegrini sul secondo palo. Barella, di ritorno in Nazionale dopo un infortunio, porta in vantaggio gli Azzurri cinque minuti più tardi infilando la palla in rete da fuori area.

L'Italia si è ripresa dallo shock subendo il gol più veloce di sempre in un Campionato Europeo battendo l'Albania 2-1 sabato, mentre Alessandro Bastoni e Nicolo Barella hanno assicurato che i campioni in carica iniziassero vincenti.

Decine di migliaia di tifosi albanesi in maglia rossa hanno invaso lo stadio del BVB del Dortmund quando Nedim Bajrami ha tirato in porta da posizione angolata dopo 23 secondi, sfruttando una rimessa in gioco spericolata del difensore Federico Dimarco.

Questo gol ha battuto il precedente record detenuto dal russo Dmitry Kirichenko, che segnò dopo 67 secondi contro la Grecia nel 2004.

Ma in mezzo al rumore, l'Italia mantiene i nervi saldi e pareggia all'11' quando Bastoni segna di testa in rete su calcio d'angolo battuto da Lorenzo Pellegrini sul secondo palo.

Barella, di ritorno in Nazionale dopo un infortunio, porta in vantaggio gli Azzurri cinque minuti più tardi infilando la palla in rete da fuori area.

Davide Fratesi ha quasi aumentato il vantaggio della squadra italiana al 34', ma il portiere albanese Thomas Strakosha ha bloccato il suo tiro contro il palo.

Nonostante l'Albania abbia schierato una squadra piena di giocatori del campionato italiano, l'Albania ha continuato a inseguire l'ombra per gran parte della partita, poiché la giovane squadra formata dall'allenatore italiano Luciano Spalletti ha dominato con passaggi precisi e veloci, ma senza creare molte occasioni.

READ  I progetti di Brunello Cucinelli per abbellire gli spazi di lavoro degli artigiani - WWD

Il difensore centrale Riccardo Calafiore ha impressionato già alla sua terza presenza in nazionale, sostituendo i suoi compagni di squadra più esperti indisponibili per infortuni.

Spalletti, che ha guidato il Napoli a vincere il campionato italiano un anno fa, ha assunto la guida della squadra nazionale a settembre, quando Roberto Mancini è passato controverso ad allenare l'Arabia Saudita, dopo aver guidato l'Italia a vincere l'Europeo 2020.

Il torneo in Germania è un importante trampolino di lancio per le speranze dell'Italia di tornare ai Mondiali dopo aver fallito la qualificazione all'evento calcistico mondiale nel 2018 e nel 2022.

La prova più importante per le loro credenziali sarà giovedì, quando affronteranno la Spagna, che sabato ha battuto facilmente la Croazia 3-0 a Berlino. Mercoledì l'Albania affronterà la Croazia nel Gruppo Due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *