“L’Inter ha trovato lo spirito giusto e stiamo dimostrando quanto possiamo essere bravi”

Il terzino destro Robin Goossens ritiene che la squadra abbia trovato lo spirito e la mentalità giusti per ottenere il meglio dalla loro stagione.

Parlando a Sky Sport Italia, i Gosens hanno elogiato la mentalità che ha portato la crescita dei nerazzurri nella loro stagione nelle ultime settimane.

L’Inter ha ormai vinto quattro gare consecutive di Serie A, mentre domani affronterà la Champions League con il Bayern Monaco, già qualificato agli ottavi di finale di un girone che comprendeva anche il Barcellona.

Non è così che i nerazzurri hanno iniziato il campionato, dopo aver faticato all’inizio e aver perso punti importanti.

Tuttavia, Goossens e i suoi colleghi hanno trovato un modo per rimettere le cose in carreggiata.

Il 28enne ringrazia il modo in cui la squadra ha riscoperto il proprio spirito vincente per questo aumento di fortune.

“Abbiamo trovato lo spirito giusto, la convinzione di essere una squadra vincente”, ha detto.

“Abbiamo giocatori individuali che sono di un livello assolutamente alto, ma anche giocatori che hanno molte qualità fuori dal campo”, ha continuato.

Gosens ha osservato che “attraverso tutto questo ci siamo trovati, abbiamo trovato lo spirito giusto e quindi possiamo vincere e possiamo dimostrare il valore che meritiamo”.

A proposito della partita di domani contro il Bayern Monaco, che non influirà sul risultato del girone di Champions League, il tedesco ha detto che “rimarrà una partita interessante tra due squadre in buone condizioni”.

Ha notato che “il Bayern sta andando molto bene, hanno battuto facilmente il Mainz, ma anche noi stiamo andando bene”.

“I nostri fianchi possono sempre danneggiare una difesa quadrupla sul retro”, ha osservato Goossens. “Vogliamo dimostrare ciò che meritiamo, che siamo una squadra diversa da quella di due mesi fa”.

READ  Andrea Pirlo, allenatore della Juventus, giudica il futuro di Cristiano Ronaldo tra i legami del Manchester United

Goossens ha anche espresso fiducia nel suo ritorno nella forma che ha convinto l’Inter a ingaggiarlo, dicendo: “Mi sento come il Robin con cui sono tornato all’Atalanta, quello che tutti conoscono”.

“È stato un enorme sollievo per me mentre lottavo così duramente per tornare a quel livello”, ha continuato il 28enne, “Non è stato un periodo facile, ma ci ho sempre creduto”.

“Ora l’ultimo passo mancante è giocare regolarmente”, ha continuato Goossens, “è quello che spero, anche se per ora dobbiamo accettare che Fide [Dimarco] Sta bene e la squadra sta giocando bene con lui”.

“Questo deve essere accettato, quindi tutto quello che posso fare è fare sempre del mio meglio quando sono in allenamento, così posso dare all’allenatore una decisione difficile da prendere perché sa cosa posso fare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.