“L’Inter era la squadra italiana, il Milan ha giocato in stile europeo”

L’ex allenatore del Milan Arrigo Sacchi ha detto che l’Inter ha giocato in stile italiano contro il Milan mentre i rossoneri erano più europei, secondo quanto riportato oggi dai media italiani.

Parlando durante un’intervista con La Gazzetta dello Sport L’ex allenatore ha fatto notare oggi che c’erano due modalità nettamente diverse di giocare nel 3-2 rossonero di sabato sera a San Siro.

“C’era una squadra italiana, l’Inter, che faceva affidamento principalmente su individui e difesa, e poi c’era una squadra, il Milan, che ha giocato una partita europea, dove tutti si sono sacrificati e hanno partecipato sia alla fase difensiva che offensiva”.

Ha anche sminuito la serietà della vittoria del Milan, dicendo che sarebbe stata una vittoria se fosse andato avanti sul 3-1 ma poi l’Inter si è ripresa un gol di Edin Dzeko ed è diventata invece una vittoria difficile per Stefano. squadra Pioli.

Diciamo subito che per il Milan poteva essere una vittoria e invece si è trasformata in una semplice vittoria. Una vittoria è quando si lascia cadere l’avversario e non gli si permette di rientrare: qui, invece, l’Inter ci è andata vicino disegno in più di un’occasione”.

Alla domanda su come giocava l’Inter sotto 3-1, Arrigo Sacchi si è invece concentrato su come il Milan ha permesso agli avversari di rientrare in campo.

“Quando è entrato Dzeko il Milan ha chiuso. Forse pensavano di aver già vinto, ma le partite durano sempre novanta minuti, anche di più.

E sul 3-1 ho scritto questa nota sul mio taccuino: ora i rossoneri devono insistere sul ritmo alto, non permettere all’Inter di giocare, altrimenti rischiano di perdere.

READ  Il giocatore del Napoli Lorenzo Insigne "accetta di passare al Toronto FC in estate"

“I nerazzurri hanno le qualità tecniche e l’esperienza per rimettersi in gioco. E così è stato, ma in questo caso penso che il Milan abbia delle pecche nella gestione della partita”.

Ha anche detto che le sostituzioni di Simone Inzaghi hanno avuto un impatto maggiore: “Le sostituzioni di Inzaghi, e penso a Dzeko e Dimarco, hanno avuto un impatto maggiore. L’uscita di De Kitleri per Brahim Diaz è stata rischiosa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.