L’Inter affronta il sorteggio di Tough Champions League e spera di pareggiare Ajax, Porto o Eintracht Francoforte, resoconto dei media italiani

L’Inter affronta un sorteggio molto difficile nella fase a gironi di Champions League visto che è nel terzo piatto del sorteggio e spera di partecipare a un girone di Ajax, Porto o Eintracht Francoforte.

E’ quanto afferma l’edizione cartacea odierna della Gazzetta dello Sport milanese, secondo cui i nerazzurri rischiano di affrontare una delle squadre europee più forti del girone grazie al piazzamento nel terzo piatto.

L’Inter ha mancato non solo il titolo di Serie A, ma anche il piazzamento automatico nel primo sorteggio del sorteggio della fase a gironi per il sorteggio di Champions League di questa stagione quando è arrivata seconda in classifica contro i rivali dell’AC Milan la scorsa stagione.

I rossoneri hanno il vantaggio di essere nel primo piatto da campioni d’Italia, il che significa che eviteranno grandi battitori come Manchester City, Bayern Monaco e Paris Saint-Germain nel loro girone, anche se possono comunque affrontare squadre formidabili come Liverpool e Chelsea da la pentola. Due.

Nel frattempo, l’Inter potrebbe finire con un pareggio con City, Bayern, PSG o Real Madrid dal terzo piatto e ottenere un avversario difficile dal secondo piatto che potrebbe essere Liverpool, Chelsea o squadre come Atletico Madrid e Tottenham Hotspur. .

Forse l’unico salvataggio per i nerazzurri è il fatto che nel primo piatto ci sono anche i campioni di Portogallo del Porto, i campioni d’Olanda dell’Ajax e i campioni d’Europa dell’Ajax.

Tutte queste partite saranno di per sé difficili da affrontare per l’Inter che cercherà di qualificarsi alla Champions League per la seconda stagione consecutiva, ma sulla carta sarà sicuramente più facile che affrontare in casa un avversario come il City o il Bayern. e via.

READ  I media italiani hanno sostenuto che l'Inter aveva rinunciato a molti punti dai posti vincenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.