L’Inghilterra U20 ha battuto l’Italia negli spareggi del Sei Nazioni

I padroni di casa hanno iniziato bene e sono stati premiati con i primi punti della partita quando hanno forzato un rigore all’interno dei 22 inglesi, con Niccolò Denecki che ha messo a segno un tiro per portare l’Italia in vantaggio per 3-0.

  • Inghilterra: tentativi – Tom Carr-Smith, Ollie Fletcher, Evan Stephens, Emeka Ilion, Tom Lockett, Contro – Sam Harris (3)
  • Italia: tentativi – PT, Tommaso Scramoncin, Ross Vincent, Filippo Lazzarin Contro – Denegi (2), Penne – Niccolò Denecki (2), Giovanni Sande, Drop goal – Niccolò Denecki

L’Inghilterra ha risposto rapidamente quando Tom Carr-Smith, con la sua prima meta della serata, ha creato uno spazio per manovrare abilmente la sua strada da breve distanza e il gruppo ha attaccato la linea italiana in più fasi.

Tuttavia, gli italiani passano subito in vantaggio quando si ritiene che Jed Walsh abbia deliberatamente inciampato Flavio Vaccari dopo che una corsa feroce di Lorenzo Bani gli ha negato un certo sforzo. Viene assegnata una meta di rigore e Walsh viene mandato nel cestino.

La squadra di Massimo Brunello non ha potuto sfruttare molto il vantaggio a uomo con un rapido ritmo in doppia rotazione a favore degli ospiti. Prima Ollie Fletcher potenziato da distanza ravvicinata, seguito da Toby Knight che si avventa su una palla vagante dopo un errore nella linea di fondo italiana per mandare Evan Stephens all’angolo per il 19-10.

Le due squadre continuano a scambiarsi colpi, e l’Italia riduce a due lo svantaggio dopo cinque minuti con un potente maul che porta Tommaso Scramonce in vantaggio davanti a Ross Vincent, che alla mezz’ora taglia la linea destra a centrocampo.

READ  La Tele italiana a conduzione familiare apre la sua prima sede a Vancouver

La quarta meta degli italiani di Filippo Lazare in un frenetico primo tempo è stata ripresa da un drop di Deneghi che ha trovato un varco nella difesa inglese e lo ha sapientemente infilato sotto i bastoni per allungare il vantaggio sul 29-19 all’intervallo.

Gli Azzurri hanno continuato ad accumulare pressione sul tabellone dopo la ripresa come un rigore in anticipo e un drop goal ha esteso il loro vantaggio a 16 punti, allontanando la partita dalla squadra di Alan Dickens.

L’Inghilterra aveva un disperato bisogno del punteggio successivo e l’ha ottenuto quando lo skipper Emeka Illione è caduto su un maul dopo che Bani è stato mostrato giallo per uno traballante Masi-White che aveva ridotto la difesa italiana a 14 uomini.

Deneghi ha sprecato un’occasione per ristabilire la superiorità italiana sbagliando due rigori in rapida successione prima che Tom Lockett mettesse a segno un finale teso dopo una pressione prolungata nei 22 italiani per ridurre il divario a quattro punti con 15 minuti sul cronometro. .

Ma le speranze di completare la rimonta sono state deluse quando l’ala d’apertura sostituta Giovanni Sante ha calciato una decisiva tripla a due minuti dalla fine per assicurarsi una vittoria per 38-31 e la prima vittoria dell’Italia contro l’Inghilterra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.