L’eco può essere un sintomo del morbo di Alzheimer precoce: la vita migliore

Il morbo di Alzheimer è una malattia progressiva del cervello che provoca la contrazione del cervello, Alla fine distruggendo la memoria e interrompono altre importanti funzioni cognitive. Oltre al suo effetto sulla memoria, molti altri sintomi possono aiutarti a guidarti nell’insorgenza del morbo di Alzheimer e di altre forme di demenza. È noto che uno di questi sintomi altera il linguaggio dei pazienti e coloro che ne soffrono tendono a provocare conversazioni in uno strano schema che i medici potrebbero riconoscere come una bandiera rossa. Continua a leggere per conoscere i sintomi legati al linguaggio che potrebbero indicare l’inizio del morbo di Alzheimer e come riconoscerlo in te stesso o negli altri.

Leggi questo dopo: Lo studio dice che farlo di notte può aiutarti a evitare la demenza.

iStock

Il morbo di Alzheimer Si verifica più comunemente negli anziani di età superiore ai 65 anni, ma quelli con Alzheimer ad esordio precoce possono iniziare a notare i sintomi già tra i 40 ei 50 anni. Questi pazienti spesso devono affrontare una serie specifica di sfide a causa della loro fase della vita, in quanto possono avere figli piccoli, lavori impegnativi e genitori anziani di cui prendersi cura, tra le altre responsabilità.

“Perché gli operatori sanitari generalmente non lo cercano Il morbo di Alzheimer nei giovaniGli esperti dell’Alzheimer’s Association spiegano che ottenere una diagnosi accurata dell’Alzheimer precoce può essere un processo lungo e frustrante. “I sintomi possono essere erroneamente attribuiti allo stress o potrebbero esserci diagnosi contrastanti da parte di diversi operatori sanitari. Le persone con malattia di Alzheimer in fase iniziale possono trovarsi in qualsiasi stadio della demenza: stadio iniziale, stadio intermedio o stadio avanzato”, aggiungono i ricercatori. ognuno in modo diverso e i sintomi varieranno”.

READ  Il primo caso di vaiolo delle scimmie nel Montana è stato confermato nella contea di Flathead

Leggi questo dopo: Se la tua calligrafia è così, potresti avere il morbo di Alzheimer precoce.

Coppia matura parlando a casa
iStock

Mentre molti dei sintomi del morbo di Alzheimer sono sottili e quindi possono essere erroneamente attribuiti a stress, esaurimento o un’altra condizione di salute, un sintomo particolare può risaltare: echi vocali, dove le persone ripetono cose che altri hanno detto durante una conversazione.

A quanto pare, questo tipo di ripetizione verbale è sorprendentemente comune tra le persone con malattia di Alzheimer. In effetti, uno studio del 2017 è stato pubblicato sulla rivista Psichiatria Geriatrica Internazionale l’ho trovato ripetizione verbale Si sono verificati in oltre il 47% dei pazienti con demenza. “La ripetizione verbale era più frequente negli individui con demenza lieve rispetto a quelli con demenza moderata e grave e in quelli con Alzheimer rispetto ad altre demenze”, hanno scritto i ricercatori. “Nel complesso, la ripetizione verbale era la più comune delle 60 potenziali presentazioni riportate come obiettivo di osservazione, in 807 individui”.

Donna che parla mentre si cammina
lotta per le scorte

La voce di Ecolalia può suonare in modo diverso da paziente a paziente, ma conoscere la gamma di presentazioni può aiutarti a identificare i sintomi prima piuttosto che dopo.

Le persone con ecogenicità possono ripetere parole o frasi subito dopo averle ascoltate, dopo una breve pausa o in alcuni casi anche ore o giorni dopo la fine della conversazione. Alcune persone ripetono le parole esattamente come le hanno udite, mentre altre cambiano leggermente la formulazione.

Per ulteriori notizie sulla salute inviate direttamente alla tua casella di posta, Iscriviti alla nostra newsletter quotidiana.

Donna che parla con un medico
lotta per le scorte

Se noti segni di eco in te stesso o in qualcun altro, niente panico: il morbo di Alzheimer non è l’unica spiegazione possibile per questi sintomi. È importante consultare un medico che può aiutare a determinare se la ripetizione verbale è correlata alla demenza.

READ  Il telescopio spaziale James Webb è stato dispiegato con successo

Oltre al morbo di Alzheimer, il suono dell’eco può essere causato da altri Disturbi neurodegenerativiTrauma cranico o trauma, delirio, sindrome di Tourette, encefalite, ictus, epilessia, schizofrenia. Quando i sintomi compaiono nei bambini piccoli, è spesso visto come un possibile segno di autismo, sebbene possa anche essere una parte normale dello sviluppo del linguaggio a quell’età.

Parla con il tuo medico se noti ripetizioni verbali nei tuoi schemi di discorso o negli schemi di un’altra persona. Sebbene non esista una cura per il morbo di Alzheimer, potresti essere in grado di rallentarne la progressione con l’aiuto del tuo medico.

Leggi questo dopo: Gli esperti avvertono che se ciò accade a te, il rischio di sviluppare la demenza aumenta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.