Le cinque stelle dell’Italia allo sbando mentre Di Maio si separa, formano un nuovo gruppo

Roma (AFP) – Il panorama politico italiano è cambiato mercoledì dopo che il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha annunciato ufficialmente la sua partenza dal Movimento Cinque Stelle, separandosi dal partito che ha contribuito a fondare sulla politica ucraina.

Di Maio ha annunciato la sua partenza dopo che il Primo Ministro Mario Draghi ha informato il Senato italiano del continuo impegno dell’Italia ad aiutare l’Ucraina a difendersi dalla Russia.

Il presidente della Camera dei rappresentanti ha annunciato mercoledì che il nuovo movimento “Insieme per il futuro” di Di Maio sarà rappresentato alla Camera da circa 20 legislatori a cinque stelle che hanno disertato da Di Maio. Le notizie hanno detto che anche una dozzina di senatori a cinque stelle hanno disertato, rendendo la Lega di destra ora il partito di maggioranza in parlamento.

Il terremoto a cinque stelle ha coronato settimane di tensioni nel movimento alimentate da disaccordi sulla politica italiana nei confronti dell’Ucraina. Il leader a cinque stelle, l’ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ha chiesto all’Italia di smettere di inviare armi in Ucraina e puntare maggiormente su una soluzione diplomatica, portando a una scissione con Di Maio che come ministro degli Esteri è responsabile dell’attuazione della politica del governo nei confronti dell’Ucraina .

“Dovevamo decidere da che parte della storia saremmo stati”, ha detto Di Maio in una conferenza stampa a tarda notte.

Ma i recenti disordini a cinque stelle sono stati solo l’ultima battuta d’arresto per un partito che è stato fondato come movimento popolare anti-establishment ed è culminato nelle elezioni parlamentari del 2018, dopo di che è emerso come il partito di maggioranza in Parlamento. Ma negli ultimi anni, il suo sostegno popolare ha visto un forte declino e un crollo fondamentale, poiché la leadership del partito ha cercato di rimanere al potere stringendo alleanze con la destra, la sinistra e, più recentemente, l’ampia coalizione di Draghi.

READ  Netflix porta i giochi per dispositivi mobili agli abbonati su Android

Altri leader politici si sono affrettati a capitalizzare lo sviluppo, con l’ex premier Matteo Renzi che ha elogiato quella che ha definito la “fine” dell’esperienza a cinque stelle.

“È sempre stata un’esperienza politica che abbiamo avuto perché pensavamo che fosse un male per il Paese”, ha scritto su Twitter. “Non parliamone più. Torniamo alle cose serie, alla politica”.

Il leader della Lega Matteo Salvini ha promesso di non cercare nuove posizioni di governo a seguito della nuova maggioranza parlamentare del suo partito, dicendo che non cerca “troni”. Invece, ha chiesto nuove misure per aiutare gli italiani alle prese con l’aumento dei prezzi del gas e dell’energia.

“Il governo non può essere ostacolato dai disordini nel Movimento Cinque Stelle”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.