Le autorità rivelano che diversi tunisini sono stati uccisi nel tentativo di raggiungere illegalmente l’Italia

Un totale di 443 persone sono morte o sono scomparse mentre attraversavano illegalmente l’Italia, mentre 10.139 cittadini tunisini sarebbero arrivati ​​​​nel Paese europeo, tra cui 2.102 bambini e 498 donne, come rivelato dal Forum tunisino per i diritti economici e sociali (FTDES) prima. questa settimana.

Secondo FTDES, sono stati intercettati 14.700 immigrati illegali, molti dei quali provenienti dall’Africa subsahariana, riferisce SchengenVisaInfo.com.

I media locali hanno riferito in precedenza che un’insegnante tunisina disoccupata e suo figlio di quattro anni sono annegati mentre cercavano di raggiungere gli Stati membri dell’Unione europea, cosa che è stata successivamente confermata da un portavoce della Guardia nazionale.

L’incidente ha acceso un dibattito nel Paese, mentre il ministro dell’Interno tunisino ha annunciato che 101 migranti sono stati salvati dalla costa di Monastir in appena una settimana. Inoltre, secondo quanto riferito, la Guardia nazionale ha intercettato più di 650 immigrati irregolari, principalmente tunisini.

Nei prossimi mesi aumenteranno i tentativi di ingresso illegale nell’area europea, poiché la piccola isola italiana di Lampedusa, meta di molti immigrati, dista solo 140 chilometri dalla costa orientale della Tunisia.

“La realtà locale di incertezza e il deterioramento quotidiano dei servizi pubblici rende anche il mare pericoloso una soluzione agli occhi dei tunisini che desiderano una vita migliore per sé e per i propri figli”, ha detto FTDES.

L’organizzazione ha anche criticato le politiche “disumane” dell’Unione Europea, che limitano la libertà di movimento.

Il paese dell’Africa orientale sta affrontando una grave crisi politica ed economica con circa quattro milioni di persone che vivono al di sotto della soglia di povertà. La Tunisia è profondamente divisa da quando il presidente Kais Saied ha imposto misure di emergenza lo scorso luglio, che lo hanno visto assumere il pieno potere esecutivo e legislativo.

READ  Italia, aumento del commercio extra-UE a maggio: Istat

L’idea di partire è nella mente delle persone come una possibilità. Ma non era previsto. Invece, corre. Il giro in barca è spesso un atto impulsivo: il risultato di un incontro casuale con un amico o di un cambio di attività. La pandemia ha creato più di questi momenti emozionanti e le persone avevano ben poco da tenere qui”. Ha detto uno degli intervistati.

L’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (Frontex) ha rivelato in precedenza che il numero di immigrati clandestini che tentavano di entrare nel Paese europeo ha raggiunto a luglio 14.800, il 30% dei quali erano tunisini.

Secondo un rapporto intitolato “Migrazione irregolare dalla Tunisia”, un totale di 69.000 migranti irregolari hanno lasciato il Paese, principalmente destinati all’Italia, nel periodo di 22 mesi compreso tra gennaio 2020 e ottobre 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.