L’attrice italiana nera racconta notizie razziste in diretta TV

Un’attrice italiana di colore ha affermato di essere stata molestata su Internet per il colore della sua pelle dopo essere stata annunciata come ospite all’annuale Festival musicale di San Remo in Italia.

Lorena Monroe Cesarini, 34 anni, ha letto alcune notizie ai telespettatori durante la trasmissione del festival mercoledì sera alla RAI.

Leggi un messaggio che dice “Ti hanno chiamato perché sei nero” e lei merita di essere lì. “Forse ti hanno invitato a lavare le scale o ad innaffiare le piante.”

Cesarini ha detto che questa è stata la prima volta che è stato preso di mira dal crescente razzismo in Italia e che la notizia è arrivata non appena è stato annunciato come ospite all’evento.

“Ovviamente per qualcuno, il colore della mia pelle è un problema”, ha detto, aggiungendo che l’attrice è famosa soprattutto per il suo ruolo nel dramma seriale italiano “Supura”.

Nato a Tucker in Senegal, madre senegalese e padre italiano, Cesarini ha ricevuto il sostegno del pubblico dal vivo, compresi quelli che gridavano “Sei italiano” e lui ha risposto: “Sì, e orgoglioso”.

Ha detto ai telespettatori di essere confuso dalla notizia: “Perché le persone sentono il bisogno di scrivere cose del genere sui social media? Perché le persone hanno problemi con il colore della mia pelle?

READ  Agenti dei servizi segreti consegnano cocktail alla barca da 532 milioni di sterline di Putin '

Gli episodi di razzismo in Italia hanno attirato molta attenzione negli ultimi anni. Sia la televisione pubblica che quella privata italiana sono state criticate per il loro uso continuato di linguaggio e immagini razziste e per non aver rappresentato generalmente gli italiani di seconda generazione di origine africana o asiatica nella comunità. Anche gli stilisti neri italiani stanno spingendo per una maggiore rappresentanza nel mondo della moda.

Michael Enconmo, presidente di Afro Fashion Week Milano, che ha creato un database di creatori neri che lavorano in Italia e promuovono giovani designer di colori, ha dichiarato: “Lorena e il suo monologo sono la ragione per cui facciamo il lavoro che facciamo.

Il presidente Sergio Materella ha definito il razzismo e l’antisemitismo “occupazioni intollerabili” durante i suoi ampi commenti ai legislatori dopo il suo secondo mandato straordinario giovedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.