L’astronauta della NASA Mike Massimino sbarca a Little Italy come Senior Marshal

Migliaia di festaioli hanno affollato Mulberry Street mentre la San Gennaro Grand Parade ha visto la partecipazione dell’ex astronauta della NASA Mike Massimino mentre Marshall ha attraversato Little Italy il 2 settembre.

Massimino si è detto “felicissimo” quando gli organizzatori gli hanno chiesto di essere il leader della parata, celebrando la sua eredità italo-americana.

Massimino, cresciuto a Franklin Square, Long Island, ha condiviso che entrambi i gruppi di nonni sono immigrati dall’Italia: i suoi nonni materni si sono stabiliti a Brooklyn, mentre i genitori di suo padre si sono stabiliti a Little Italy.

L’ex astronauta della NASA Mike Massimino e la processione del Grandmarshall posano per una foto.Fotografia di Gabriel Holtermann

“Sono venuti qui con grandi sogni e pochissima istruzione, ma sono venuti in America per l’opportunità, e penso che sia tutto”, ha detto Massimino. “Per celebrare questa eredità. Mi hai dato molte opportunità per diventare un astronauta per gli Stati Uniti e per volare nello spazio e servire il mio Paese in questo modo”.

Little Italy è un posto speciale per l’ex astronauta, che ha trascorso 571 ore e 47 minuti nello spazio in due diverse missioni e ha potuto onorare la sua eredità italo-americana sventolando nello spazio la bandiera siciliana e una replica del telescopio di Galileo.

“Non riesco a pensare a un’esperienza o un onore che per me sarebbe più importante di questo”, ha detto Massimino, riferendosi al suo ruolo di comandante in capo. “I miei nonni, i miei genitori, purtroppo sono morti tutti, ma sai, penso che ne sarebbero molto felici. Quindi sono davvero felice di essere qui”.

L’ex astronauta della NASA Mike Massimino è il Gran Maresciallo della Grand Parade di San Gennaro.Fotografia di Gabriel Holtermann

Massimino, con doppia cittadinanza statunitense e italiana, attende con impazienza tutto il cibo che Eid ha da offrire.

READ  Le immagini di Natasha Khaled durante il suo viaggio in Italia si sono diffuse ampiamente

“Voglio dire che il cibo di strada è abbastanza buono”, ha detto Massimino. “Salsiccia e peperoni e una fetta di pizza e cannoli. Non credo che tu possa battere quel pasto là fuori. Proprio qui in strada. “

L’amante della pizza ha ammesso di essere l’unico astronauta ad aumentare di peso mentre si trova nello spazio e si concede lasagne, ravioli e biscotti di una panetteria di Brooklyn. Ha detto ad amNewYork che la pizza era l’unico alimento che non poteva raggiungere nello spazio e ha ordinato una pizza galattica prima di portare a termine una delle sue missioni.

La statua di San Gennaro rotola per Little Italy.Fotografia di Gabriel Holtermann

“Sono serio”, ha detto l’astronauta. “Il giorno dello sbarco, ho ordinato la pizza in un posto chiamato Abba Tinos in Florida. Poiché volevo assicurarmi di ricevere l’ordine giusto, prima di spegnere il computer, ho inviato il mio ordine. E abbiamo dovuto mangiare fino a tardi quella sera quando siamo arrivati. Era la pizza.”

L’odore di graffette italo-americane come Braciole e Zeppole ha permeato l’aria mentre il corteo con una banda di ottoni che suonava melodie italiane, carri allegorici, vecchie auto che sventolavano bandiere italiane e americane e la Grande Statua di San Gennaro passavano accanto a venditori ambulanti e spettatori.

Ospite d’onore del distretto di Manhattan, il presidente Mark Levine e il sindaco onorario Marshall Eric Adams, hanno salutato con entusiasmo gli spettatori lungo la strada e si sono fermati a fare selfie con i newyorkesi.

Il sindaco di New York City Eric Adams e il presidente del distretto di Manhattan Mark Levine percorrono la Great San Gennaro Walk.Fotografia di Gabriel Holtermann

Adams, un devoto vegetariano, anche se ammetteva di mangiare pesce, era stato un ottimo passatempo quando un venditore ambulante gli aveva servito un panino con salsiccia italiana. Non è noto se il venditore fosse a conoscenza dello stato dietetico di Adams, ma l’uomo ha riportato il cibo di strada italo-americano dopo che la foto è stata scattata.

READ  Discovery restituisce in Italia il libro "Don't Forget the Lyrics" - TBI Vision

Gino Donofrio, che lavora nel comitato festa di San Gennaro, e sua moglie, nipote di uno dei fondatori della festa, speravano l’anno scorso di battere il record con quasi due milioni di visitatori.

“Speriamo di battere il record dell’anno scorso. Il tempo sembra molto promettente. Speriamo di portare di nuovo almeno due milioni di persone”, ha detto Donofrio. “I venditori sono felici, le persone, la comunità è felice. Eid è tornato. E che tu ci creda o no, la città è felice. Abbiamo una grande risposta e un grande benvenuto dall’amministrazione del nuovo sindaco. Ci hanno accolto a braccia aperte”.

La Festa del Gennaro – intitolata al santo patrono di Napoli – è nel suo 96° anno e dura fino al 25 settembre.

Il sindaco di New York City Eric Adams trema con i futuri elettori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.