Langeveld ha superato un lento Iannotta per vincere a Imola nella TCR Italia

Niels Langeveld ha ottenuto la sua prima vittoria nel TCR Italia dall’inizio della stagione vincendo la gara di apertura del fine settimana a Imola.

Target è stato battuto alla pole position dal pilota Marco Iannotta, che è partito bene dalla linea ma poi si è impantanato nella seconda parte del lancio ed era dietro alla Hyundai Elantra N TCR di Langeveld quando ha raggiunto il Tamburello.

Langeveld ha mantenuto la sua difesa del comando per le curve successive prima che la safety car venisse chiamata quando Ruben Wold si è fermato e la sua Honda Civic ha dovuto recuperare.

Alla fine del secondo giro i piloti sono stati liberi di correre di nuovo e Langeveld si è staccato mentre Iannotta si è impegnato in una battaglia multi-auto alle spalle. Tuttavia, aveva un ritmo più forte del leader e, una volta scrollati di dosso i suoi inseguitori, ha chiuso la seconda metà della gara al vantaggio di 2,172 secondi che Langeveld aveva aperto.

Era vicino al secondo quando la gara è stata sospesa con la bandiera rossa e ha concluso un giro in anticipo quando Damiano Reduzzi ha perso il controllo della sua Hyundai, strappando l’anteriore destro della sua vettura e intrappolandolo nel mezzo. sentiero.

Il compagno di squadra della MM Motorsport di Iannotta, Carlo Tamburini, è partito terzo ed è stato spesso messo sotto pressione dal leader di punti Salvatore Tavano a metà gara, ma Tavano non doveva essere davvero preoccupato per la sua posizione. Attaccando troppo presto dopo essere passato in difesa contro Jimmy Clarett, schiera dalla 13a posizione, Mattias Vahtel, Nicola Baldan e Rammo Anti.

READ  Le vendite di formaggi aumentano durante la serrata francese, ma il più grande vincitore di un italiano | Francia

C’è stata una grande battaglia nel nono posto tra Cesare Bruzza e Michael Imperti, con diversi momenti di dramma fianco a fianco tra i due prima che la situazione girasse a favore di Bruzza.

I clienti abituali di TCR Europe Felice Gelmini e Giacomo Germandi hanno entrambi riscontrato problemi che li hanno mandati ai box, mentre altri piloti sono entrati in contatto ma hanno continuato con la carrozzeria che sbatteva.

Alla fine del 22 si è acceso il caldo tra Sabatino di Mare, Mauro Trentin e Nicola Guida, e nonostante i piloti a tratti faticassero sull’erba, ne sono usciti tutti in gran parte illesi.

La seconda gara del TCR Italia si corre domenica alle 13:10 locali (CET).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.