L’amministratore delegato di Enel attende notizie sulla vendita di quote russe a Lukoil

La gente cammina fuori dall’ENEL Energy Store a Niteroi vicino a Rio de Janeiro, Brasile, 14 luglio 2022. REUTERS/Ian Chibub/file Photo

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

CERNOBIO, Italia, 3 set. (Reuters) – Francesco Staras, amministratore delegato della società di servizi di pubblica utilità italiana Enel (ENEI.MI) ha dichiarato di non avere alcuna indicazione su quando la vendita della sua unità russa si sarebbe conclusa, aggiungendo che il potenziale acquirente Lukoil aveva chiesto le necessarie autorizzazioni .

“Lukoil ha fatto la richiesta necessaria… e stiamo aspettando una risposta”, ha detto Staras in una conferenza stampa in una conferenza d’affari nel nord Italia.

Enel ha annunciato a giugno di aver raggiunto un accordo con la russa Lukoil e il fondo di investimento Gazprombank-Freesia per vendere la sua partecipazione del 56,43% in Enel Russia per circa 137 milioni di euro, che saranno pagati al closing.

La Russia ha inserito la filiale domestica di Enel in un elenco preliminare di società che quest’anno è vietato vendere agli investitori dei cosiddetti paesi ostili, a meno che non ricevano un permesso presidenziale speciale.

Mosca in seguito fece un requisito aggiuntivo, richiedendo anche al potenziale acquirente di chiedere il permesso per acquisire l’originale.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Elvira Paulina e Valentina Zha) Montaggio di Keith Weir

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Dabaiba partecipa alla conferenza economica italiana durante la sua visita a Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.