L’Ambasciata d’Italia in Marocco ha sospeso gli appuntamenti per il ricongiungimento familiare

Il Consolato Generale d’Italia a Casablanca, in Marocco, ha annunciato la sospensione degli appuntamenti per il ricongiungimento familiare.

L’ambasciata ha scritto sul suo account Facebook ufficiale che i candidati non potranno prenotare una riunione di famiglia al TLS di Casablanca per le prossime due settimane, riferisce SchengenVisaInfo.com.

È stato spiegato che tale decisione è stata presa per apportare modifiche tecniche alla piattaforma. I cambiamenti sono considerati necessari per combattere le pratiche illegali.

Inoltre, sospendendo gli appuntamenti di ricongiungimento familiare, il Consolato intende riassegnare i posti lasciati liberi e prevedere ulteriori appuntamenti e date adiacenti per le domande per altri scopi.

“Non sarà possibile prenotare appuntamenti al TLS di Casablanca per le prossime due settimane: a causa di modifiche tecniche sulla piattaforma e riassegnazione degli spazi liberati per contrastare l’evento dei broker e offrire ulteriori appuntamenti e date di chiusura” Lo scrive il Consolato Generale d’Italia a Casablanca sul proprio account Facebook.

Nonostante tale avviso, l’Ufficio Consolare ha avvertito che la sospensione temporanea non si applicherebbe ad altre categorie di incarichi. Gli appuntamenti presi per altre tipologie di visto non saranno interessati dal lockdown temporaneo.

“Attenzione: il blocco temporaneo significa solo l’opportunità di fissare nuovi appuntamenti di riunione, altri tipi di visto e appuntamenti già presi non saranno interessati da quanto sopra” Lo afferma un comunicato dell’ambasciata.

Tutti i viaggiatori che sono cittadini di un paese terzo che non ha raggiunto un accordo di liberalizzazione dei visti con gli Stati Schengen e cittadini di un paese terzo che non ha firmato un accordo di visto con gli Stati Schengen devono ottenere un visto per poter entrare nell’area Schengen Paesi.

READ  Cosa si aspetta Dan Coles da Stati Uniti, Galles, Italia, Irlanda e Francia

A seconda del motivo del viaggio, le persone provenienti da altri paesi possono richiedere diversi tipi di visto quando intendono raggiungere l’Italia.

Chi intende entrare in Italia per motivi di viaggio deve richiedere il visto turistico e presentare tutti i documenti richiesti. I richiedenti devono presentare un modulo di domanda di visto italiano, che deve essere compilato, stampato e firmato.

Devono presentare una fotografia formato tessera, un passaporto valido, una copia della carta del permesso di soggiorno, una prova dell’alloggio (prenotazione alberghiera o specificare se si ha un host in Italia) e l’assicurazione di viaggio.

In alcuni casi, ai richiedenti potrebbe anche essere richiesto di presentare una prova del viaggio come un biglietto di andata e ritorno, una prenotazione o un itinerario di volo.

>> Domanda di visto per l’Italia e requisiti di ingresso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.