L’albero di Natale di Roma si sposta in Piazza del Popolo

Piazza Venezia saluta l’albero di Natale.

Quest’anno l’albero di Natale di Roma si sposterà in Piazza del Popolo, lontano dalla sua tradizionale collocazione in Piazza Venezia, a causa dei lavori in corso sulla stazione della metropolitana C.

L’albero di Natale, un abete rosso alto 29 metri proveniente dal Nord Italia, arriverà in Piazza del Popolo il 29 novembre. Corriere della Sera Rapporti.

La decisione di spostare l’albero festivo, confermata giovedì dal sindaco di Roma Roberto Gualtieri, fa seguito alla recente trasformazione di Piazza Venezia in un cantiere edile nell’ambito di un progetto da 700 milioni di euro che durerà circa un decennio.

Considerati i tempi a lungo termine per i lavori della metropolitana in Piazza Venezia, Piazza del Popolo ospiterà probabilmente l’albero di Natale di Roma per diversi anni a venire.

Tradizionalmente, l’albero viene acceso dal sindaco di Roma l’8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione, un giorno festivo in Italia, ma la città deve ancora annunciare un orario di apertura.

Sempre l’8 dicembre il sindaco accende le luci di Natale lungo via del Corso, l’arteria principale della città che collega piazza Venezia a piazza del Popolo.

Nel 2018 e nel 2019, il colosso statunitense dello streaming Netflix ha sponsorizzato un albero di Natale in città, ma da allora è stata la città a pagare il conto.

Nel 2017, un albero di Natale a Roma è stato chiamato “Spelacchio” a causa dell’esemplare “rognoso” i cui rami logori hanno suscitato titoli negativi in ​​Italia e nel mondo.

READ  Hemley Hall presenterà Italian Job al Film Festival

Dopo l’iniziale indignazione per l’albero, paragonato sfavorevolmente ad uno scopino da bagno, Spelacchio conquistò il cuore dei romani che lo decorarono con sarcastici messaggi di affetto e simpatia.

Tuttavia, molti residenti di Roma concordano sul fatto che l’albero di Natale di Spelacchio non sia stato il peggior albero di Natale mai realizzato dalla città, riservando quel dubbio onore all’albero di Natale di carta bianca installato dall’ex sindaco della città Gianni Alemanno nel 2011. .

L’albero dalla vita breve fu rimosso nel giro di poche ore, ma non prima che un politico romano catturasse l’umore del pubblico definendolo “l’epitome del cattivo gusto”.

Fino al 2015 Roma aveva due alberi di Natale principali, uno in Piazza Venezia e l’altro davanti al Colosseo. Tuttavia, l’usanza dell’albero del Colosseo è stata annullata per ragioni di riduzione dei costi dall’ex sindaco Virginia Raggi.

Quest’anno l’albero di Natale e il presepe vaticano in Piazza San Pietro saranno accesi il 9 dicembre e rimarranno al loro posto fino al 7 gennaio 2024.

Quanto a quello che i romani chiamerebbero il loro albero di Natale,… Corriere indica che probabilmente sarebbe stato chiamato “Spopolaccio“, un gioco di parole con il nome del suo nuovo sito.

La foto è richiesta a Roma. Piazza Venezia, 10 dicembre 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *