L’agenzia per le frontiere dell’UE afferma che l’immigrazione clandestina è in aumento

Lunedì, l’agenzia di frontiera dell’Unione europea ha dichiarato che il numero di ingressi illegali era fuori immigrati È salito a più di 275.000 da gennaio a ottobre di quest’anno.

Frontex ha affermato che il numero è superiore del 73% rispetto allo stesso periodo del 2021, il più alto dal picco del 2016.

L’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera con sede a Varsavia ha affermato che la maggior parte degli ingressi si è ancora verificata sulla rotta dei Balcani occidentali, con oltre 128.000 rilevati. I migranti su questa rotta provengono principalmente dal Burundi, dall’Afghanistan e dall’Iraq.

Anche la rotta del Mediterraneo centrale, dove i migranti tentano principalmente di raggiungere l’Italia, ha registrato un aumento del 48% degli arrivi non autorizzati, secondo una dichiarazione di Frontex, superando quota 79.000 nei primi 10 mesi del 2022.

Tuttavia, l’attività è rallentata sulla rotta del Mediterraneo occidentale e sulla rotta terrestre dall’Ucraina e dalla Bielorussia. Gli stati membri dell’Unione Europea Polonia, Lituania e Lettonia hanno eretto muri ai loro confini con la Bielorussia per impedire ai migranti di tentare di entrare illegalmente.

Frontex ha affermato che il gran numero di attraversamenti nella regione dei Balcani occidentali “può essere attribuito a ripetuti tentativi di attraversare il confine da parte di migranti già presenti” nella regione, ma anche a persone “che abusano dell’accesso senza visto alla regione”.

Ha detto che alcuni migranti viaggiano senza visto a Belgrado, la capitale della Serbia, che non è nell’Unione Europea, e poi si dirigono verso i confini esterni del blocco di 27 nazioni.

In risposta, Frontex ha aggiunto nella regione più di 500 ufficiali e personale del Corpo.

READ  Shoukry sottolinea l'importanza di finanziare la green economy alla Conferenza del Dialogo Mediterraneo - Farnesina - Egitto

In totale, più di 2.300 ufficiali del corpo e dipendenti di Frontex “sono coinvolti in varie attività operative alle frontiere esterne dell’Unione europea”, ha affermato l’agenzia.

___

Segui la copertura dell’Associated Press sui casi di espulsione su https://apnews.com/hub/migrazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.