La visione unificata dell’Arsenal rivela la crisi di identità del Tottenham sotto Antonio Conte

Dopo la scintillante vittoria dell’Arsenal dove ci si aspettava un’altra esplosione di Antonio Conte, l’allenatore del Tottenham Hotspur ha avuto un’opinione diversa.

“Con la prestazione, non sono rimasto deluso”, ha detto l’italiano. “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. L’Arsenal è molto forte e stasera ha dimostrato di meritare di essere in testa alla classifica. Secondo me, Arsenal e Manchester City sono le uniche due squadre che possono lottare per il campionato questa stagione.”

Mikel Arteta, nel frattempo, è arrivato vicino a riconoscere pubblicamente questa possibilità, dicendo che probabilmente ci vorranno più di 90 punti per rivendicare il titolo. Con un ritorno di 2,6 punti a partita Dopo questa vittoria per 2-0L’Arsenal è attualmente sulla buona strada per 99.

Quel numero potrebbe diminuire man mano che le partite si surriscaldano e la stagione diventa più dura, ma ciò non significa necessariamente che lo faranno i leader. Arsenale lì. Qualunque cosa accada dopo, è già una performance davvero impressionante, e questo la dice lunga sul lavoro che Arteta ha svolto.

Tutto questo è impressionante dato che l’Arsenal ha chiuso appena dietro al Tottenham la scorsa stagione, Dopo aver perso 3-0 proprio in questa partita Sarebbe stato un altro momento di svolta nella storia di questa rivalità. non l’hai fatto.

Quello che è realmente accaduto è che l’Arsenal ha continuato la sua traiettoria ascendente a lungo termine, mentre il Tottenham è rimasto una squadra incoerente capace di grandi prestazioni e impressionanti raffiche di fuoco.

READ  Charlie Christie - L'Italia ha insegnato ad altri paesi come giocare per vincere il Campionato Europeo

Conte ha chiarito le sue frustrazioni al riguardo, ed è stato spesso lasciato intendere che guarda dalla parte di Arteta e pensa che avrebbe dovuto essere la sua parte.

La domanda, dato che il Tottenham era davanti all’Arsenal solo pochi mesi fa, è perché non lo erano. Lo stesso Conte si riferiva senza dubbio agli acquisti, anche se la spesa totale e netta degli Spurs è stata superiore a quella della capolista in estate. L’Arsenal non sta esattamente acquistando dal livello più alto, come una volta Stare del Chelsea per Mikhailo Mudryk Spettacoli.

La vera differenza sta in un appuntamento come lo stesso Conte, ma non per le sue qualità di allenatore. L’italiano è ancora uno dei migliori al mondo. La differenza è il contesto in cui queste nomine vengono fatte.

Bukayo Saka dell’Arsenal festeggia con il manager Mikel Arteta

(PAPÀ)

Ha a che fare con le diverse opinioni assunte dai club, non ultimo da loro stessi.

Poco più di tre anni fa, il Tottenham era finalista in Champions League mentre l’Arsenal stava davvero lottando per attirare giocatori. E hanno scoperto che i gol ora li respingono a causa della storia recente del club.

L’Arsenal, se non senza qualche contestazione e rivalutazione, ha sostanzialmente accettato questa situazione e da lì ha costruito. Sono andati a futuri talenti, seguendo l’esempio del Borussia Dortmund. Hanno adottato una visione a lungo termine. È stato accettato un certo numero di stagioni di maggese, in un modo che potrebbero fare più club. Totalmente affidabile, Arteta gli ha permesso di sbarazzarsi di chiunque non fosse a bordo.

L’effetto netto di tutto ciò è stato che tutti e tutto nel club erano uniti nella stessa visione. Il risultato è stato clamoroso, così come il primo tempo di domenica, che ha portato l’Arsenal in vantaggio di otto punti.

Come ha detto Conte, meritano di esserci. Sono il prodotto di un progetto unitario.

Questo non si può dire del Tottenham, come espresso al meglio dalle continue lamentele dell’allenatore sulla spesa.

È come se Conte non si rendesse conto – o almeno non accettasse – il profilo del club in cui è entrato. Ma è anche come se gli Spurs non avessero accettato del tutto quello che sono.

Raggiungere la finale di Champions League e far parte del progetto Super League ha portato una nuova prospettiva e un nuovo livello per il futuro.

Il Tottenham è sull’orlo dei “super club”, ma non proprio uno di questi. Semplicemente non spendono in quel modo.

Ovviamente ci sono discussioni più ampie qui su proprietà e investimenti, ma la realtà attuale della loro storia recente è che sono un club al livello successivo. Sono al loro meglio al Liverpool 2017, con più potenziale ma non proprio lì.

L’allenatore del Tottenham Hotspur Antonio Conte e l’allenatore dell’Arsenal Mikel Arteta

(Foto di lavoro tramite Reuters)

Per arrivarci, il club deve essere completamente concentrato. Tutto deve essere sincronizzato per eseguire lo zoom fino in fondo; Quindi puoi essere più efficiente rispetto ai concorrenti più costosi. Il Tottenham era vicino a quello di Mauricio Pochettino, e non a caso proveniva da un allenatore che era lui stesso in ascesa.

Tutto combacia. L’Arsenal attualmente si adatta molto meglio a questo modello.

Ora, a causa della visione esagerata del club di Daniel Levy, il Tottenham ha optato per un allenatore di prima classe. Questo porta tutti i vantaggi delle sue capacità, che hanno portato la squadra ai primi quattro la scorsa stagione, ma anche le tensioni delle sue richieste. Il Tottenham non può essere all’altezza di queste richieste. Non possono spendere come vuole, o si sente giustificato dopo la scorsa stagione.

Significa che c’è questa separazione corrosiva, che indebolisce l’efficienza. Fa parte del motivo per cui un allenatore come Conte, che pressa il calcio in modo così perfetto, gioca con tanta attenzione. La squadra non è all’altezza dei suoi standard, quindi sente di dover mettersi sulla difensiva per compensare. Qualcosa di simile è successo con Jose Mourinho.

Niente di tutto questo scusa Conte. Ha avuto molti indizi precedenti su chi si unirà, e siamo al punto in cui sentiamo che le sue continue lamentele stanno alimentando un tumulto totalmente inutile. Lo stesso vale per il calcio nella sconfitta per 2-0 contro l’Arsenal, che vediamo molto.

Non c’è bisogno che Conte recuperi questo grado. È come se stesse dicendo che non può giocare a un calcio più avanzato se non ha tutto esattamente come piace a lui. Nel frattempo, la rimonta nel secondo tempo mostra ciò che è possibile.

Il Tottenham dovrebbe essere in grado di fare di più. Potrebbero essere capaci di qualcosa di più, se tutto fosse più coerente; Se sono più come l’Arsenal.

Così com’è, è come se non avessero accettato il loro posto. L’ha fatto l’Arsenal. Ecco perché il Tottenham e altri potrebbero dover accettare l’idea della squadra di Arteta da campioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.