La russa Lukoil rifiuta l’offerta della società di private equity statunitense di acquistare la raffineria in Sicilia – Financial Times

4 nov (Reuters) – Lukoil, produttore petrolifero russo (LKOH.MM) Ha rifiutato un’offerta di vendita delle sue raffinerie in Sicilia, in Italia, alla società di private equity statunitense Crossbridge Energy Partners, dopo aver messo in dubbio la capacità dell’azienda di pagare per l’accordo, Il Financial Times ha riferito, Venerdì, citando persone vicine ai colloqui.

Il quotidiano ha affermato che il gigante del commercio di materie prime, Vitol, era disposto a concedere credito a Crossbridge per finanziare l’accordo a un tasso migliore di quello che il fondo statunitense potrebbe ottenere da un prestatore convenzionale perché trarrebbe vantaggio dalla fornitura di petrolio greggio alla raffineria italiana .

Il rapporto ha aggiunto che Lukoil rimane riluttante a vendere la sua raffineria italiana a Crossbridge, una decisione che potrebbe rischiare migliaia di posti di lavoro e potenzialmente mandare in bancarotta la raffineria.

La raffineria Lukoil ISAB in Sicilia rappresenta circa il 20% della capacità di raffinazione italiana. ISAB è stata costretta a fare affidamento solo sul petrolio russo dopo che le banche creditrici hanno smesso di finanziare e di fornire le garanzie necessarie per acquistare petrolio da fornitori alternativi.

Sebbene Lukoil non sia stata influenzata dalle sanzioni internazionali contro la Russia, i fornitori ISAB e le banche creditrici erano diffidenti nel fare affari con un’entità russa.

Il governo italiano sta lavorando su come mantenere in attività la raffineria di Lukoil nonostante le nuove sanzioni contro la Russia il prossimo mese, mentre Roma cerca di guadagnare tempo per concordare la vendita dell’impianto.

Il rapporto del Financial Times ha aggiunto che la raffineria aveva chiesto ad alcune banche di finanziare circa 700 milioni di euro (695,59 milioni di dollari), nonostante la riluttanza delle banche a correre dei rischi.

READ  Starter Black Label e Coca-Cola ampliano la collezione Unity del 1971

Il Financial Times, citando fonti, ha affermato che il prestatore pubblico SACE potrebbe sostenere parte del prestito a ISAB.

Lukoil e Crossbridge Energy non hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento di Reuters.

(1 dollaro = 1.0063 euro)

Segnalazione aggiuntiva di Rishabh Jaiswal a Bengaluru; Montaggio di Chris Reese e Daniel Wallis

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.