La rianalisi del fossile ha scoperto che proveniva dal ramo più antico dei vertebrati

Ingrandisci / Sì, queste sono le branchie di questo animale del Cambriano.

Dato che siamo un membro del gruppo, è facile vedere i vertebrati come l’apice dell’evoluzione, un gruppo in grado di produrre pipistrelli, uccelli e balene giganti oltre a noi stessi. Ma quando i vertebrati si sono evoluti per la prima volta, non era una cosa sicura. Si sono diramati da un gruppo che viveva nel fango e non aveva bisogno di distinguere la parte superiore dal basso o la sinistra dalla destra, e hanno finito per perdere un cordone nervoso organizzato. I nostri parenti non vertebrati più stretti hanno ricreato il cordone nervoso (dalla parte sbagliata del corpo, naturalmente) ma non possono essere disturbati da complimenti come uno scheletro.

Non era chiaro esattamente come i vertebrati ne fossero usciti e la possibile mancanza di scheletri per i nostri diretti antenati ha contribuito a garantire che non ci fossero molti fossili per chiarire le cose.

Ma nel numero di Science di giovedì, i ricercatori hanno rivalutato alcuni degli enigmatici fossili del Cambriano, risolvendo diversi argomenti su cosa siano esattamente questi fossili. Yunanozoo Era. Le risposte includono le strutture cartilaginee che sostengono le narici e un possibile antenato di quella che divenne la mandibola. Nel processo, lo dimostrano Yunanozoo È probabilmente il ramo più vicino dell’albero dei vertebrati.

Yunnanoooh?

Puoi scoprire cos’è un file Yunanozoo Appare dall’immagine sopra. I tessuti molli lungo i lati sono stati segmentati in segmenti, una caratteristica dei nostri parenti viventi non vertebrati più vicini (anfiosso o lancelet) ed è presente negli embrioni di vertebrati ma generalmente si perde man mano che si sviluppano negli adulti. Vicino alla testa dell’animale – ha testa e bocca pronunciate – si trovano anche un gruppo di strutture ad arco che ricordano da vicino gli archi branchiali che si trovano vicino alla testa dei pesci moderni.

READ  Le migliori immagini dell'incontro mortale di DART con un asteroide

Se questa interpretazione è corretta, significa Yunanozoo È molto simile all’anfiosso ma ha una caratteristica che si trova solo nei vertebrati moderni. Ciò significa che conserva caratteristiche cruciali per comprendere l’origine dei vertebrati.

Ma il “se” che parte dal paragrafo precedente è grande. Molte persone in questo campo non erano d’accordo con questa interpretazione e l’hanno messa Yunanozoo in un altro posto. O meglio in molti altri posti, a seconda di chi esattamente stava litigando. Alcuni li mettono nello stesso gruppo degli amnioti. Altri li hanno cementati lontano dai vertebrati e li hanno collocati in un gruppo di abitanti del fango che non hanno le due asce del corpo che si trovano nei vertebrati. Tuttavia, altri hanno suggerito che fossero antenati di un enorme gruppo di organismi che include cose come i ricci di mare.

Una piccola squadra cinese ha ora tentato di dirimere questi argomenti. Lo fa in parte fotografando più di 100 nuovi fossili della specie. Ma il bello è che hanno utilizzato alcune delle più sofisticate tecniche di imaging disponibili. Ciò ha comportato l’imaging a raggi X 3D, la microscopia elettronica, una tecnica che bombarda aree microscopiche del campione con elettroni e quindi utilizza la luce emessa per identificare quali elementi sono presenti.

Mostro una delle immagini del documento qui sotto per dare un’idea dei dettagli forniti da queste tecniche di imaging.

Ignora la nomenclatura: il livello di dettaglio nella nuova immagine ci aiuta a comprendere la struttura delle caratteristiche che ricordano gli archi branchiali.
Ingrandisci / Ignora la nomenclatura: il livello di dettaglio nella nuova immagine ci aiuta a comprendere la struttura delle caratteristiche che ricordano gli archi branchiali.

Tian et al.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.