La qualificazione paralimpica inizia a Cagliari, Italia / IJF.org

I Campionati Europei IBSA di questo fine settimana sono l’inizio ufficiale del periodo di qualificazione paralimpica di 2 anni e molti paesi hanno portato le loro squadre A a Cagliari, in Sardegna. Per comprendere il ritorno in ritardo di alcuni, dobbiamo entrare più nel dettaglio sulle principali modifiche al VI Judo introdotte nel 2022 per migliorare il VI Judo e renderlo migliore per tutti gli atleti.

Indubbiamente il cambiamento più grande è la divisione tra la categoria J1 per non vedenti e quasi ciechi e la categoria J2 per i judoka ipovedenti. La visione corta può dare agli atleti un enorme vantaggio rispetto agli altri grazie alla loro consapevolezza di ciò che li circonda. Tuttavia, questo cambiamento ha avuto importanti implicazioni per il VI judo.

Le nuove categorie significano che tutti gli atleti dovranno avere una nuova classificazione degli occhi, che verrà eseguita nelle competizioni nel corso dell’anno. Rappresenta un viaggio precedente ai tornei e talvolta sfida le confederazioni. Inoltre, il VI judo è ancora uno sport in fase di sviluppo per molte federazioni, il che significa budget limitati per le squadre. Questi sono i motivi principali per cui le federazioni attendono l’inizio del periodo di qualificazione paralimpica.

Quindi, a pochi mesi dall’introduzione delle nuove categorie di peso e classifica, il numero di atleti a questi Campionati Europei è aumentato e questi numeri sono molto importanti per determinare il numero di posti paralimpici per categoria. Ecco perché la decisione sul processo di qualificazione sarà presa dal Comitato IBSA Judo durante i Campionati Mondiali di novembre 2022 a Baku. Successivamente, il risultato sarà reso pubblico sul sito web di IBSA.

READ  A Exmouth apre il nuovo appetitoso Italian Tele

Momenti salienti del campionato europeo

Questo fine settimana, molti eroi del judo sono tornati sul tatami, come l’attuale campione europeo e mondiale Oleksandr Nazarenko, la campionessa paralimpica di Rio Inna Sych (UKR), la campionessa paralimpica di Rio e la 4 volte medaglia paralimpica Sandrine Aurieres Martinet (FRA) e la doppia campionessa paralimpica. Zhagiev. Non hanno imbrogliato; Tutti hanno vinto medaglie nel fine settimana.

Una menzione a parte merita anche Oleg Gretel (MDA), uno degli atleti più anziani in gara, a 47 anni. L’ex campione paralimpico e olimpionico è tornato sul gradino più alto del podio con una brillante prestazione durante la competizione.

Nella competizione individuale, l’Ucraina ha ottenuto quattro medaglie d’oro e il Turkiye tre medaglie d’oro, che sono state le migliori squadre del fine settimana. Anche Francia, Georgia, Romania, Repubblica di Moldova, Azerbaigian, Svezia e Italia hanno ottenuto medaglie d’oro.

Il terzo giorno si è tenuto un evento a squadre separato per squadre separate maschili e femminili, con 6 atleti per squadra, livelli in tutte le categorie tranne i pesi leggeri: -60kg e -48kg). Sono inclusi gli atleti J1 e J2. Le donne e gli uomini avevano ciascuno un gruppo IBSA, in cui più paesi formavano una squadra. Ciò ha reso le partite molto emozionanti e combattute al Palabrastu Sports Palace. Ancora una volta Ucraina e Turchia sono risultate in testa, con l’Ucraina che ha vinto l’oro femminile, mentre la Turchia ha vinto quello maschile. Le medaglie di bronzo sono state vinte da Georgia e IPSA nella categoria maschile. Medaglia di bronzo IPSA per le donne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.