La NASA annuncia la data di lancio per il nuovo obiettivo

La NASA ha annunciato mercoledì che riporterà un razzo lunare Artemis I SLS sulla piattaforma per un altro tentativo di lancio il prossimo mese, prima era un sensore del motore a razzo, poi una perdita di idrogeno e poi l’uragano Ian. Ma la NASA sta ora procedendo per il suo prossimo tentativo di lancio il 14 novembre, subito dopo la mezzanotte. Lo stack SLS è stato respinto nel Vehicle Assembly Building prima che Ian colpisse la testa e questo ha dato alle squadre di lancio il tempo di coprire le loro basi. Ci vorrà circa un altro mese prima che inizi effettivamente il lancio. È molto importante caricare le batterie e assicurarsi che tutto sia pronto per superare i problemi di perdita che hanno avuto “, ha affermato Don Platt della Florida Tech. Il razzo è stato accatastato per oltre un anno ed è stato sulla piattaforma 39B per circa sette settimane — poiché questa è la prima volta che vola sullo stack di razzi SLS, non ci saranno astronauti a bordo, ma ci saranno manichini con sensori per rilevare l’influenza delle forze e dell’ambiente, e gli ingegneri della NASA sono fiduciosi che i problemi che mantenuto lo stack SLS sulla Terra sono stati riparati e quel lavoro minimo è necessario per prepararlo al volo, ma a differenza dei precedenti tentativi di lancio, il prossimo sarà di notte, il che non è l’ideale perché la NASA vuole vedere ogni angolo dell’SLS lancio per la prima volta. A novembre, era più importante che perdere i dati della fotocamera che potevano avere”, ha affermato Platt. Funzionari della NASA hanno detto che il razzo da 322 piedi non si sarebbe tirato indietro prima del 4 novembre. “Penso che sarebbe interessante se questa volta chiamassero il VP”, ha detto Eric Berger di Ars Technica se l’SLS si esibisse e il conto alla rovescia andasse come esso è. Prevista per il 14 novembre, la missione durerà 25 giorni. È più breve della missione di 40 giorni se è stata lanciata in tentativi precedenti e se il razzo SLS non è stato lanciato il 14 novembre, ci sono due date di backup di novembre 16 e 19.

READ  Gli scienziati usano il rumore sismico per fotografare i primi 100 metri di Marte

La NASA ha annunciato mercoledì che riporterà un razzo lunare Artemis I SLS sulla piattaforma per un altro tentativo di lancio il mese prossimo.

Prima è stato il sensore del motore a razzo, poi la perdita di idrogeno e poi l’uragano Ian. Ma la NASA sta ora procedendo per il suo prossimo tentativo di lancio il 14 novembre dopo la mezzanotte.

Lo stack SLS è stato respinto nell’edificio dell’assemblaggio dei veicoli prima che Ian colpisse la testa, dando alle squadre di lancio il tempo di coprire le loro basi.

“Ci vorrà circa un altro mese prima che inizi davvero il lancio. È molto importante caricare le batterie e assicurarsi che tutto sia pronto per superare i problemi di perdita che hanno avuto”, ha affermato Don Platt di Florida Tech.

Il razzo è stato accatastato più di un anno fa ed è rimasto sulla piattaforma 39B per circa sette settimane.

Poiché questa è la prima volta che la pila di razzi SLS vola, non ci saranno astronauti a bordo. Ma ci saranno modelli dotati di sensori per rilevare l’influenza delle forze e dell’ambiente.

Gli ingegneri della NASA sono fiduciosi che i problemi che mantenevano lo stack SLS sulla Terra siano stati risolti e che sia necessario un lavoro minimo per prepararlo al volo.

Ma a differenza dei precedenti tentativi di lancio, il prossimo sarà di notte, il che non è l’ideale perché la NASA vuole vedere per la prima volta ogni angolo del lancio SLS.

“Potrebbero aver fatto un’analisi rischio-beneficio e deciso che un lancio notturno – e farlo ora, a novembre – era più importante della perdita dei dati della fotocamera che avrebbero potuto avere”, ha detto Platt.

READ  Il Rendlesham Royal Palace è collegato al famoso luogo di sepoltura di Sutton Hoo

Funzionari della NASA hanno detto che il razzo lungo 322 piedi non si sarebbe ritirato prima del 4 novembre.

“Penso che sarebbe interessante se questa volta invitassero il vicepresidente. Questo ci darà qualche indicazione della loro fiducia sulla strada per il prossimo tentativo”, ha affermato Eric Berger di Ars Technica.

Se l’SLS viene implementato e il conto alla rovescia inizia come previsto il 14 novembre, la missione durerà 25 giorni. Questo è più breve della missione di oltre 40 giorni se lanciata nei tentativi precedenti.

E se SLS non viene lanciato il 14 novembre, ci sono due date di backup del 16 e 19 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.