La febbre dengue colpisce le Hawaii due volte in una settimana Potrebbe diventare endemico?

Il Dipartimento della Salute delle Hawaii ha confermato ancora una volta un caso di febbre dengue correlato a viaggi, questa volta sull'isola di Maui, il secondo caso simile nella settimana, dopo quello di Oahu. L'ultimo incidente prima che ciò accadesse risale a dicembre. All’epoca, il Dipartimento del territorio e delle risorse naturali delle Hawaii ha ricordato ai residenti che le zanzare hanno bisogno solo di piccole quantità di acqua stagnante per riprodursi, come secchi, piante, piccoli contenitori e fioriere.

Secondo il Dipartimento della Salute delle Hawaii, i casi di questa settimana e molti altri nel corso del 2023 coinvolgono persone che hanno recentemente viaggiato in luoghi al di fuori degli Stati Uniti dove la dengue è comune.

La febbre dengue è una malattia virale trasmessa dalle zanzare che si diffonde nelle regioni tropicali e subtropicali. I sintomi includono febbre improvvisa, forte mal di testa, dolore alle articolazioni e agli occhi ed eruzione cutanea e di solito scompaiono entro una o due settimane. Tuttavia, in rari casi, la malattia può svilupparsi in febbre dengue emorragica, che può essere fatale.

Sebbene non esista una cura per la febbre dengue, esistono misure preventive da adottare durante il viaggio e lo sviluppo del vaccino, di cui parleremo di seguito.

Le Hawaii ospitano specie di zanzare in grado di trasmettere la febbre dengue.

Ma, Febbre dengue Non è stato stabilito o stabilito nelle Hawaii. Gli ultimi casi in questa fase sono stati limitati ai viaggiatori di ritorno da altre aree colpite.

Nel 2016 ci sono stati 250 casi confermati di febbre dengue acquisita localmente alle Hawaii.

L’ultimo caso di dengue acquisito localmente si è verificato alle Hawaii nel 2016. All’epoca la dengue era diventata una preoccupazione urgente, soprattutto sulla Big Island, dove a causa dell’epidemia era stato dichiarato lo stato di emergenza. In un periodo di quattro mesi, ci sono stati 250 casi confermati, che rappresentano la più grande epidemia di dengue alle Hawaii negli ultimi 70 anni. Tra le persone infette ci sono 25 visitatori delle Hawaii e 227 residenti.

READ  Ricordi quello strano "cubo" sulla luna? Yutu-2 Finalmente scatta foto più ravvicinate

Questa epidemia è stata probabilmente il risultato dell'introduzione della dengue da parte dei viaggiatori infetti, che è proseguita attraverso la successiva trasmissione locale.

Come il marketing alle Hawaii ha ignorato quasi tutti i visitatoriCome il marketing alle Hawaii ha ignorato quasi tutti i visitatori

Perché la febbre dengue non è endemica alle Hawaii?

Ciò è dovuto principalmente alla mancanza di un gran numero di zanzare Aedes a Egypti che causano la febbre dengue, oltre a ragioni geografiche e ambientali.

La lontananza delle Isole Hawaii costituisce una barriera naturale contro lo sviluppo della febbre dengue. Ciò, unito alla presenza limitata di zanzare dengue, riduce ulteriormente la probabilità di infezione.

Il clima delle Hawaii è un altro fattore. Sebbene il clima delle Hawaii sia chiaramente favorevole alle zanzare, come molti visitatori potranno attestare, mancano tuttavia le condizioni ideali e coerenti per la più ampia riproduzione di zanzare e la trasmissione del virus osservata nelle aree a rischio di dengue. Anche le variazioni stagionali delle precipitazioni e le ampie fluttuazioni della temperatura delle Hawaii contribuiscono a ridurre la diffusione complessiva delle zanzare.

Lo Stato esercita controlli rigorosi, tra cui la sorveglianza e il controllo delle zanzare, e interventi di sanità pubblica. Essere proattivi alle Hawaii aiuta a ridurre il rischio di trasmissione e a prevenire le epidemie.

Parco della spiaggia di PoipuParco della spiaggia di Poipu

La febbre dengue potrebbe diventare endemica alle Hawaii?

Esiste ancora il rischio che la dengue diventi endemica alle Hawaii. Le ragioni di ciò sarebbero:

  • Altre zanzare Aedes a Egypti o Aedes albopictus. Ciò può verificarsi inavvertitamente attraverso il carico o il viaggio umano.
  • I cambiamenti di temperatura e precipitazioni dovuti ai cambiamenti climatici possono creare condizioni più favorevoli per le zanzare.
  • I viaggiatori globali provenienti da aree a rischio di dengue potrebbero riportare il virus alle Hawaii, come è accaduto nel 2016, portando potenzialmente a una nuova trasmissione locale.
READ  Come portare le persone dalla Terra a Marte e tornare di nuovo in sicurezza?

Vaccini contro la dengue.

La prevenzione è l’unico trattamento generalmente disponibile. Strategie di prevenzione efficaci ruotano attorno all’evitare le punture di zanzara.

Lo sviluppo di un vaccino contro la dengue è in corso da cento anni. Si dice che i progressi siano stati ostacolati dalle sfide legate allo sviluppo dell’immunità ai quattro sierotipi del virus dengue.

Sono disponibili in commercio due vaccini, Dengvaxia e Qdenga.

Dengvaxia è destinato principalmente a coloro che hanno già avuto la febbre dengue o che risiedono in determinate aree dove la maggior parte delle persone è già stata esposta alla febbre dengue. Ciò è dovuto in gran parte al fatto che il rischio di una forma grave di dengue può aumentare in coloro che non sono stati precedentemente esposti.

Tuttavia, Qdenga è progettato per coloro che non hanno mai avuto un’infezione prima.

Ci sono molti altri vaccini in fase di sviluppo che sembrano promettenti per il futuro.

Quarantena per porre fine alla prima InterisolaQuarantena per porre fine alla prima Interisola

Consigli per evitare le punture di zanzara alle Hawaii.

Sebbene la febbre dengue non sia endemica alle Hawaii, è meglio evitare le punture di zanzara.

  • Fare attenzione durante gli orari di punta dell'attività delle zanzare prima del tramonto e dopo l'alba e nelle aree ombreggiate o in acqua dolce.
    Scegli una sistemazione ben schermata o con aria condizionata.
  • Quando sono presenti le zanzare, considera di trattare la tua stanza con repellenti naturali o chimici e di liberare l'area dopo aver spruzzato.
  • Indossare indumenti protettivi come prima linea di difesa, compresi pantaloni lunghi, calzini e magliette a maniche lunghe, soprattutto all'alba e al tramonto.
  • I vestiti possono avere caratteristiche repellenti per zanzare integrate.
  • Usa un repellente per zanzare. I repellenti raccomandati dal CDC includono DEET, picaridina, olio di limone eucalipto (OLE), PMD e IR3535.
READ  Pleistocene medio Homo sapiens da Nesher Ramleh, Israele

Le epidemie di dengue continuano a verificarsi in varie parti del mondo, tra cui America centrale e meridionale, Asia (come le Filippine), Medio Oriente, Africa e alcune isole del Pacifico (come i territori degli Stati Uniti, le Samoa americane, gli Stati federati di Micronesia , Isole Marshall e Palau). ) e i Caraibi (incluso Porto Rico). I paesi con i più alti tassi di febbre dengue sono Nicaragua, Belize, Honduras ed El Salvador.

Accogliamo con favore il tuo contributo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *