La Corea del Nord lancia missili balistici al quarto lancio in una settimana dopo le esercitazioni navali | Corea del nord

L’esercito sudcoreano ha affermato che la Corea del Nord ha lanciato altri due missili balistici, il quarto lancio di questo tipo questa settimana, mentre Seoul, Tokyo e Washington intensificano le esercitazioni militari congiunte.

Il varo è avvenuto nelle prime ore di sabato mattina dopo le marine della Corea del Sud e degli Stati Uniti Giappone Ha condotto un’esercitazione trilaterale anti-sottomarino venerdì per la prima volta in cinque anni e il vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris ha visitato la regione questa settimana.

Harris Giovedì era a Seoul e ha visitato la zona smilitarizzata pesantemente fortificata che divide la penisola, in un viaggio inteso a sottolineare l’impegno “risoluto” del suo Paese nella difesa della Corea del Sud contro la Corea del Nord.

Con i colloqui intercoreani in stallo per molto tempo, Pyongyang ha raddoppiato i suoi programmi di armi vietati, ha condotto una serie di test da record quest’anno e ha rivisto le sue leggi per dichiararsi una potenza nucleare “irreversibile”.

L’esercito sudcoreano ha affermato di aver “scoperto due missili a corto raggio tra le 0645 e le 0703 che sono stati lanciati dall’area Sunan di Pyongyang verso il Mare dell’Est”, riferendosi al corpo idrico noto anche come Mar del Giappone.

Il Joint Chiefs of Staff di Seoul ha dichiarato in una dichiarazione che i missili “hanno volato per circa 350 chilometri a un’altitudine di 30 chilometri a una velocità di Mach 6”, definendo il lancio una “seria provocazione”.

Anche Tokyo ha confermato il lancio, affermando che i missili sono atterrati al di fuori delle zone economiche esclusive del Giappone.

Toshiro Ino, viceministro della Difesa giapponese, ha affermato che i missili “sembrano essere stati lanciati con traiettorie irregolari”.

Gli esperti affermano che le traiettorie irregolari indicano che i missili sono in grado di manovrare in volo, rendendoli più difficili da tracciare e intercettare.

Il comando indo-pacifico degli Stati Uniti ha dichiarato in una dichiarazione che l’ultimo lancio “evidenzia l’impatto destabilizzante delle armi illegali di distruzione di massa e dei programmi di missili balistici della RPDC”, usando l’acronimo ufficiale per la parola Corea del nord.

La Corea del Nord segnata dal viaggio di Harris a Seoul Con una serie di lanci di missili — Lanci di missili balistici a corto raggio domenica, mercoledì e giovedì, comprese poche ore dopo che il vicepresidente ha lasciato la Corea del Sud.

Circa 28.500 soldati statunitensi sono schierati in Corea del Sud per proteggerla dal Nord.

Sotto la presidenza di Yoon Seok Yeol, presidente di Seoul, entrato in carica a maggio, I paesi hanno rafforzato le esercitazioni congiunteChe insistono è puramente difensivo.

Prima dell’arrivo di Harris a Seoul, Washington ha inviato la portaerei a propulsione nucleare USS Ronald Reagan in Corea del Sud per condurre un’esercitazione navale congiunta su larga scala.

Tali esercizi fanno infuriare la Corea del Nord, che li vede come prove per un’invasione.

“I test balistici a corto raggio della Corea del Nord sono meno significativi del test nucleare, ma violano comunque le risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite”, ha affermato Leif Eric Easley, professore all’Università Eha di Seoul, aggiungendo che il tempismo è stato “provocatorio”.

Ha detto che la Corea del Nord sta “modernizzando rapidamente le armi e approfittando di un mondo diviso dalla rivalità tra Stati Uniti e Cina e dall’annessione alla Russia di più territorio ucraino”.

Funzionari sudcoreani e statunitensi hanno avvertito per mesi che il sovrano della Corea del Nord, Kim Jong-un, si sta preparando a condurre un altro test nucleare.

Mercoledì, l’agenzia di spionaggio della Corea del Sud ha affermato che il prossimo test nucleare della Corea del Nord potrebbe avvenire nel periodo tra il prossimo congresso del partito cinese il 16 ottobre e le elezioni di medio termine negli Stati Uniti il ​​7 novembre.

La Corea del Nord, che è soggetta a molteplici sanzioni delle Nazioni Unite per i suoi programmi di armamento, in genere cerca di massimizzare l’impatto geopolitico dei suoi esperimenti con tempi precisi.

Il regime isolato ha testato armi nucleari sei volte dal 2006, l’ultima nel 2017.

READ  La casa del vicepresidente Kamala Harris ispirata alla famiglia reale in un grande cenno alla regina | Royal | notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.