La centrocampista canadese Julia Grosso ama la vita in Italia con la Juventus

La gara di ritorno è in casa della Juventus il 28 settembre. Le 12 vincitrici del secondo turno di qualificazione si uniranno ai campioni in carica del Lione e ai compagni diretti rivali Barcellona, ​​Chelsea e Wolfsburg nella fase a gironi a partire da ottobre.

La Juventus ha raggiunto i quarti di finale della stagione 2021-22, perdendo 4–3 contro il Lione in un doppio quarto di finale a marzo.

Grosso ha iniziato contro la potenza francese, aiutando la Juve a vincere 2-1 in apertura, segnando la terza sconfitta del Lione nelle precedenti 41 partite di Champions League (35-3-3). Un canadese è stato tra i sostituti nella vittoria per 3-1 del Lione nella gara di ritorno in Francia.

La Juventus entra in campo martedì dopo la vittoria per 1-0 in campionato contro la Roma di venerdì, con Grosso che esce dalla panchina al 76′.

“Probabilmente il nostro più grande rivale in campionato”, ha detto Grosso della Roma, arrivata seconda alla Juventus la scorsa stagione.

La Juve (2-0-1) è attualmente quarta in Serie A Femminile, con Fiorentina e Sampdoria che detengono il record di 3-0-0.

Il calcio non è l’unica cosa che piace a Grosso in questi giorni. Anche i piatti italiani sono un successo.

“Quando i miei genitori sono venuti a trovarci, mi hanno detto, ‘Oh mio Dio, non possiamo vivere qui perché ingrasseremo’”, ha riso Grosso. “Nelle nostre strutture (di allenamento), abbiamo opzioni salutari, ma loro ho sempre la pasta, quindi è come cambiarla ogni giorno, cerco davvero di non mangiarla. Ma è molto difficile non mangiarlo tutti i giorni.

Grosso aveva 13 anni quando è stato presentato all’allenatore Bev Priestman in un programma giovanile canadese nel 2014. Ha rappresentato il Canada a livello U-15, U-17 e U-20, inclusa la Coppa del Mondo femminile FIFA Under 17 2016 in Giordania.

READ  Il Museo Fellini (Museo Fellini) apre a Rimini, Italia

Grosso aveva 17 anni quando ha fatto il suo debutto da senior per il Canada il 12 novembre 2017, perdendo 3-1 contro gli Stati Uniti a San Jose. È andata alla Coppa del Mondo femminile FIFA 2019 in Francia ma non si è presentata.

Oggi Grosso ha segnato tre gol e tre assist in 43 presenze (di cui 15 da titolare) con il Canada, l’ultima delle quali ha giocato nelle due vittorie del Canada in Australia. Priestman ha iniziato la prima vittoria per 2-1 a Brisbane il 3 settembre, in coppia con Jesse Fleming in una profonda coppia di centrocampo in un nuovo look 4-2-3-1.

“È molto fluido con me e lei, sappiamo come suoniamo”, ha detto Grosso di schierarsi con Fleming. “È stato fantastico. Adoro quella build.”

La trasferta Down Under ha dato alla squadra un assaggio di cosa aspettarsi dai Mondiali femminili, che inizieranno il prossimo luglio.

Prima della Juventus, Grosso si è distinto durante i suoi quattro anni all’Università del Texas ad Austin.

“Mi è davvero piaciuto”, ha detto del suo tempo come Longhorn. “Il Texas è una grande scuola… quella squadra e lo staff tecnico, è una grande famiglia”.

Dà ad Austin un pollice in su come “posto alla moda”.

Ma l’allenatore del Texas Angela Kelly, un’ex nazionale canadese, era l’attrazione principale dello spettacolo.

“Per me una delle cose più importanti è che l’allenatore capisca che esco con la nazionale”, ha detto Grosso.

Grosso si è ritrovato alla ribalta il 6 agosto 2021, segnando il rigore decisivo nella vittoria ai rigori del Canada sulla Svezia nella partita per la medaglia d’oro olimpica a Yokohama. Dopo che la partita è stata pareggiata 1-1 dopo i tempi supplementari, Grosso ha trasformato il suo calcio di rigore per vincere i rigori 3-2 dopo che Stephanie Labe ha salvato il calcio di rigore di Jonah Anderson.

READ  Francia, Germania, Italia sostengono l'iniziativa Ue dell'Ucraina - Politico

Il portiere svedese Hedwig Lindal ha messo una mano sul sinistro basso di Grosso, ma non è riuscito a tenerlo fuori. Entrato in gioco come sostituto, Grosso fu presto sotto un cane canadese celebrativo.

Grosso, che dice che il suo ruolo ai calci di rigore è stato spesso sollevato quando è tornato in Canada, ricorda come ha bloccato il suo compito mentre camminava verso il dischetto.

“Ero molto nervoso. Ma non appena ho iniziato a camminare verso la palla, è andato completamente via ed ero molto concentrato”, ha detto.

Si è fatto tatuare gli anelli olimpici sull’avambraccio mentre era in Italia. “Un giorno arbitrario”, ha detto.

Anche il Manchester City e l’Everton inglesi, il Paris Saint-Germain francese e il Real Madrid spagnolo erano interessati a Grosso prima di firmare con la Juventus.

“Sono stato un grande fan di questo club sin da quando ero giovane”, ha detto Grosso.

Ovunque vada l’autobus del gruppo, attira una folla e una reazione, dice.

“È come se le persone ci prendessero in giro o ci amassero. È l’uno o l’altro. Ma si vede ovunque andiamo in Italia, qui tutti conoscono il calcio… tutti puntano sulla Juventus. Quindi è davvero bello farne parte.

Segui @NeilMDavidson su Twitter

Questo rapporto di The Canadian Press è stato originariamente pubblicato il 19 settembre 2022

Neil Davidson, stampa canadese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.