La Casa Bianca respinge l’appello di Trump a “porre fine” alla Costituzione | Notizie di Donald Trump

La Casa Bianca ha condannato Donald Trump dopo che l’ex presidente ha chiesto la “fine” della Costituzione degli Stati Uniti.

Trump ha fatto la chiamata in un post di sabato sulla piattaforma di social media Truth Social, di cui è proprietario, in cui ha ripetuto la falsa affermazione di aver vinto le elezioni presidenziali del 2020.

Il portavoce della Casa Bianca Andrew Bates ha affermato che la Costituzione degli Stati Uniti è un “documento sacro” che riunisce il popolo americano.

“Attaccare la Costituzione e tutto ciò che rappresenta è un anatema per l’anima della nostra nazione, e deve essere universalmente condannato”, ha dichiarato Bates in una nota.

“Non puoi amare l’America solo quando vince”, ha detto.

Trump, che ha annunciato il mese scorso di candidarsi nuovamente alla presidenza, ha affermato che perdere le elezioni ha richiesto misure drastiche.

Ha scritto: “Un’enorme frode di questo tipo e portata consente la cessazione di tutte le regole, regolamenti e articoli, anche quelli della Costituzione”. “I nostri grandi fondatori non hanno voluto e non condoneranno elezioni false e fraudolente!”

In un reportage da Washington, DC, Heidi Chu Castro di Al Jazeera ha affermato che la posizione di Trump è “straordinaria” dato che i presidenti prestano giuramento per proteggere la costituzione degli Stati Uniti.

“Il mondo a questo punto è abituato a bombardare Trump, ma forse questo sta oltrepassando una nuova linea dato che la Costituzione degli Stati Uniti è tenuta in grande considerazione”.

“Questa è l’ultima di una serie di azioni che Trump ha intrapreso da quando ha annunciato il suo desiderio di candidarsi per la terza volta alla presidenza”, ha detto Cho Castro. “Ha sfiorato gli estremi nei suoi incontri con gli antisemiti a Mar-a-Lago e ha anche dichiarato che avrebbe perdonato i rivoltosi che hanno preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio se fosse stato rieletto alla Casa Bianca”.

READ  Gli aerei russi sparati dal cielo "quasi tutti" sono stati abbattuti dai sistemi di difesa aerea russi

Trump ha rimproverato

L’ex presidente ha dovuto affrontare un rimprovero da parte di funzionari sia del Partito Democratico che del suo Partito Repubblicano.

Il nuovo leader democratico della Camera, Hakeem Jefferies, domenica ha definito la dichiarazione di Trump bizzarra ed estrema e ha affermato che i repubblicani devono scegliere se continuare a sposare le opinioni antidemocratiche di Trump.

“I repubblicani dovranno risolvere i loro problemi con l’ex presidente e decidere se rompere con lui e tornare a una parvenza di ragionevolezza o continuare a scivolare verso l’estremismo non solo di Trump, ma di Trump”. Jeffries ha detto.

Trump, il primo presidente a essere messo sotto accusa due volte e il cui mandato si è concluso con i suoi sostenitori che hanno preso d’assalto il Campidoglio nel tentativo mortale di fermare il trasferimento pacifico del potere il 6 gennaio 2021, deve affrontare un’escalation di indagini penali, tra cui molte che potrebbero portare a incriminazioni.

Includono un’indagine sui documenti riservati che l’FBI ha sequestrato dalla tenuta Mar-a-Lago di Trump e indagini statali e federali in corso relative agli sforzi per ribaltare i risultati delle elezioni presidenziali del 2020.

Alla domanda sui commenti di Trump domenica, il deputato Mike Turner dell’Ohio, il membro repubblicano di rango della House Intelligence Committee, ha detto di essere “fortemente” in disaccordo con le osservazioni e le condanna “assolutamente”, dicendo che dovrebbero essere un fattore mentre i repubblicani decidono chi dovrebbe guidare la loro festa. Nell’anno 2024.

“C’è un processo politico che deve andare avanti prima che qualcuno sia in testa o addirittura qualcuno sia un candidato per il partito”, ha detto.

Ha aggiunto: “Penso che le persone prenderanno sicuramente in considerazione una dichiarazione come questa nella loro valutazione di un candidato”.

READ  Il Regno Unito annuncia 29 milioni di sterline in ulteriori aiuti umanitari all'Etiopia | Etiopia

Anche il rappresentante eletto Mike Lawler, un repubblicano di New York, ha contestato le osservazioni, affermando che era ora di smettere di concentrarsi sulle “lamentele elettorali passate”.

“La Costituzione è stata creata per una ragione”, ha detto Lawler, “per proteggere i diritti di ogni americano”. “Penso che l’ex presidente si concentri meglio sul futuro se intende candidarsi di nuovo alla presidenza”.

Chu Castro afferma che Trump ha raddoppiato la retorica che preoccupa molti colleghi repubblicani.

“I leader repubblicani hanno reagito con preoccupazione alla mossa di Trump verso l’estremismo, sperando che non intraprenderà queste azioni viste le prestazioni deludenti del partito nelle recenti elezioni di medio termine”, ha affermato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.