Jimmy Hodgson non vede l’ora di tornare in campo con l’Edinburgh dopo la frustrazione per la mancanza di tempo di gioco contro la Scozia

Jimmy Hodgson ritiene che l’assenza di alcuni giocatori chiave della squadra per affrontare la Benetton sabato non dovrebbe essere motivo di preoccupazione, perché la forza della squadra è ora molto buona.

Jamie Hodgson durante una sessione di allenamento a Edimburgo all’Health Stadium questa settimana. (Foto di Mark Skates/Gruppo SNS)

L’allenatore Mike Blair ha detto all’inizio di questa settimana che avrebbe dovuto far riposare alcuni dei suoi nazionali di alto profilo per la partita di Treviso o per la partita della prossima settimana in casa contro il Munster. Dopo essere stati fortemente coinvolti nella campagna della serie Autumn Nations in Scozia, vip come Jimmy Ritchie, Grant Gilchrist, Darcy Graham e Doohan van der Merwe sono tra coloro che potrebbero sedersi per il viaggio in Italia.

Tuttavia, l’Edimburgo era senza 14 giocatori scozzesi per l’ultima partita, in trasferta contro il Cardiff, ed è uscito vittorioso da quella partita. Ciò ha convinto Hodgson che, chiunque fosse stato omesso, la squadra avrebbe potuto mantenere la sua buona forma senza tali giocatori.

“Onestamente non penso che sia una preoccupazione per noi”, ha detto. “Abbiamo molta forza in profondità ora. Ci sono molti bravi ragazzi che vogliono intensificare.

“Guardi Paddy Harrison, che è uscito dalla panchina contro il Cardiff, mette il suo nome là fuori.

“Abbiamo così tanta forza in profondità che scegliere ogni settimana è un problema perché tutti vogliono giocare a rugby. Quando hanno la possibilità di farlo, devono coglierla.

Hodgson ha avuto un programma di allenamento piuttosto impegnativo nell’ultimo mese come parte della rosa più ampia della Scozia, ma dopo non essere stato selezionato in nessuna delle quattro partite, non vede l’ora di tornare in campo. “L’allenamento al campo è stato fantastico, ma non avere tempo per giocare è stato frustrante”, ha aggiunto.

“Voglio solo rialzarmi e giocare di nuovo con l’Edinburgh. Ora abbiamo una serie di partite che saranno molto importanti per noi: lo Scudetto italiano, il campionato e poi l’Europa. Personalmente non sono troppo esigente per avere una breve vacanza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.