Jessalyn Maxwell, giurata in False Saga, assume un avvocato per ‘pseudo-ereditiera’

La disputa ruota attorno al fatto che Scotty abbia risposto in modo errato a una domanda durante il processo di selezione sul fatto che abbia avuto esperienze personali con aggressioni sessuali. Scotty ha detto a Reuters di aver “risolto” con le 50 domande Nel questionario della giuria e non lo ricorda.

Gli esperti legali hanno spiegato che i commenti della giuria hanno sollevato due potenziali problemi: spergiuro e pregiudizio, ovvero mentire sotto giuramento e avere un’opinione preconcetta che potrebbe aver influenzato in modo improprio la giuria.

Neama Rahmani, avvocato capo della West Coast ed ex procuratore federale, ha affermato che i querelanti hanno chiesto un’indagine perché avevano il dovere morale di riferire alla corte le loro preoccupazioni su potenziali pregiudizi. Ma hanno anche preso l’insolito passo di chiedere a Scotty di nominare un avvocato, che secondo Rahmani potrebbe suggerire che credevano che potesse aver agito penalmente per falsa testimonianza.

Ha detto che se Scotty ha dato intenzionalmente una risposta sbagliata per far parte della giuria, c’era un precedente per il giudice per concedere un nuovo processo.

Lisa Bloom, che rappresenta un certo numero di accusatori di Jeffrey Epstein e Maxwell, ieri ha descritto la possibilità di un processo ingiusto nel caso come un “pugno nello stomaco” per tutte le vittime. “Il mio cuore è con le quattro vittime, che dovranno farlo di nuovo”, ha detto la signora Bloom delle donne la cui testimonianza ha portato alla condanna di Maxwell.

READ  Il legislatore francese dell'UE Collard si unisce al candidato presidenziale di estrema destra Zemmour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.