“Inter e Juventus davanti al girone del campionato italiano, Romelu Lukaku può fare la differenza”

Roberto Mancini, nazionale italiana ed ex allenatore di Inter e Manchester City, ritiene che Inter, Milan e Juventus siano il trio di squadre che entreranno nella stagione della Serie A italiana come candidate.

Intervenuto alla Gazzetta dello Sport milanese in un’intervista pubblicata nell’edizione odierna, Mancini ha espresso il suo pensiero sull’imminente scudetto e ha anche nominato il giocatore dell’Inter Romelu Lukaku come potenziale giocatore chiave.

Mancano solo pochi giorni all’inizio della stagione di Serie A, con l’Inter che esordisce con una lontana trasferta a Lecce lo stesso giorno in cui il Milan ospita l’Udinese campione in carica.

Mancini ritiene che sia i nerazzurri che i rossoneri saranno tra i primi contendenti a mantenere lo scudetto a Milano, mentre nomina anche i bianconeri tra i favoriti prima di calciare il pallone.

Alla domanda sul suo titolo preferito, gli Azzurri hanno risposto: “Milan, Inter e Juventus. E subito dopo Roma e Napoli”.

Riguardo ai problemi difensivi nerazzurri in pre-campionato, ha previsto che “lottare per tre punti porterà più concentrazione. I difensori sono sempre come noi e sono sempre stati affidabili”.

“Un altro punto è che Romelu Lukaku può fare la differenza in prima divisione”.

E alla domanda se pensa che l’arrivo di Lukaku per l’addio di Ivan Perisic avrà un impatto maggiore, Mancini si aspettava “certamente. Anche perché nonostante Perisic sia un giocatore straordinario, se Gosens gioca come il vero Gosens, l’Inter non perde molto”.

“Hanno due punti per compensare il Milan, e lo hanno fatto dopo l’aggiunta di Lukaku”, ha sottolineato.

E a proposito del difensore nerazzurro e italiano Alessandro Bastoni, ha detto: “Bastoni può diventare un grande difensore, ma deve dare il massimo. Anche per lui questa è una stagione importante”.

READ  Ronaldo torna in Portogallo mentre la Juventus lotta per mantenere l'élite europea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.