Il Webb Space Telescope scopre le prime galassie nascoste da Hubble

CAPE CANAVERAL, Fla. (AP) – Il telescopio spaziale Webb della NASA ha rilevato galassie primordiali luminose finora nascoste alla vista, comprese galassie che potrebbero essersi formate appena 350 milioni di anni dopo il Big Bang cosmico.

Se i risultati saranno verificati, hanno detto giovedì gli astronomi, questo gruppo di stelle appena scoperto supererà la galassia più distante identificata dal telescopio spaziale Hubble, il detentore del record che si è formato 400 milioni di anni dopo l’inizio dell’universo.

È stato lanciato lo scorso dicembre per succedere al telescopio Hubbleil telescopio Webb indica che le stelle potrebbero essersi formate prima di quanto si pensasse, forse entro 2 milioni di anni dalla creazione.

Le ultime scoperte di Webb sono dettagliate in Lettere del diario astrofisico da un team internazionale guidato da Rohan Naidu dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics. L’articolo descrive due galassie eccezionalmente luminose, la prima che si ritiene si sia formata 350 milioni di anni dopo il Big Bang e altre 450 milioni di anni dopo.

Naidoo ha affermato che sono necessarie più osservazioni a infrarossi da parte di Webb prima che possa rivendicare il nuovo detentore del record di distanza.

Sebbene alcuni ricercatori abbiano riferito di aver scoperto galassie più vicine alla creazione dell’universo 13,8 miliardi di anni fa, questi candidati non sono ancora stati verificati, hanno confermato gli scienziati in una conferenza stampa della NASA. Hanno sottolineato che alcune di esse potrebbero essere galassie successive che imitano galassie precedenti.

“Questo è un momento molto dinamico”, ha detto Garth Illingworth dell’Università della California, Santa Cruz, coautore dell’articolo pubblicato giovedì. “Ci sono stati molti annunci preliminari sulle galassie più vecchie e stiamo ancora cercando di capire come comunità quali potrebbero essere reali”.

READ  La missione di spedizione di SpaceX è stata nuovamente ritardata, al 14 luglio

Le prove presentate finora sono “forti” per la galassia, che si ritiene si sia formata 350 milioni di anni dopo il Big Bang, ha affermato Tommaso Treu dell’UCLA, scienziato senior del Webb Early Release Science Program.

Se i risultati sono verificati e ci sono più galassie primordiali, Naidoo e il suo team scrivono che Webb “si dimostrerà molto efficace nello spingere la frontiera cosmica sull’orlo del Big Bang”.

“Quando e come si sono formate le prime galassie rimane una delle domande più intriganti”, hanno detto nel loro articolo.

Queste galassie “si nascondevano sotto i limiti di ciò che Hubble poteva fare”, ha osservato Jane Rigby della NASA, una scienziata del progetto con Webb.

“Erano lì ad aspettarci”, ha detto ai giornalisti. “Quindi è una felice sorpresa che ci siano così tante di queste galassie da studiare”.

L’osservatorio da 10 miliardi di dollari – il telescopio più grande e potente del mondo mai inviato nello spazio – si trova in orbita solare a un milione di miglia (1,6 milioni di chilometri) dalla Terra. Le operazioni scientifiche complete sono iniziate durante l’estate e da allora la NASA ha rilasciato una serie di istantanee abbaglianti dell’universo.

___

La sezione Salute e Scienza dell’Associated Press riceve il sostegno della Divisione dell’Educazione Scientifica dell’Howard Hughes Medical Institute. AP è l’unico responsabile di tutti i contenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.