Il vincitore della Premier League dà dubbi al capo del Leeds United dopo la selezione della squadra

Azzurro Il boss del Leeds United Roberto Mancini ha dato a Jesse Marsh il limite del dubbio sull’attaccante adolescente Willy Ghononto.

Il nazionale italiano ha collezionato finora tre presenze con la squadra bianca under 21 in questa stagione e, sebbene sia stato nominato due volte in panchina, non ha esordito in prima squadra a Island Road.

Tra l’arrivo di Junonto nel West Yorkshire e la sua ultima trasferta con l’Al Shabab, dove ha segnato l’unico gol della partita contro il Sunderland, l’ex attaccante dell’FC Zurigo ha giocato due volte per l’Italia.

Willy Goonto si prepara per la partita del Leeds United U-21 (Foto: Steve Riding)

Gnonto è stato introdotto nella seconda metà di Lazuri La vittoria della UEFA Nations League contro l’Inghilterra e l’inizio contro l’Ungheria pochi giorni dopo.

Gnonto è un ragazzo appena arrivato [at Leeds]L’ex allenatore del Manchester City e allenatore vincitore della Premier League ha detto che potrebbe aver bisogno di tempo per sistemarsi. Tutto Sport Dopo il sorteggio delle qualificazioni alla Coppa delle Nazioni UEFA 2024 in Italia.

Il giovane ha collezionato quasi 100 presenze in prima squadra – tra club e nazionale – ma al momento rimane in panchina al Leeds.

“Posso dire che ha piacevolmente sorpreso tutti noi, quasi in ogni modo”, ha detto Marsh prima della trasferta della prima squadra al Crystal Palace lo scorso fine settimana.

“Puoi vedere, anche in quello [welcome] Il video, la sua umiltà e maturità, e poi, in campo e in allenamento, è stato fantastico.

“Era molto bravo nella 21 seconda partita contro il Southampton. Sarà in rosa questo fine settimana e pensiamo che ora possa giocare un ruolo importante per noi.

“Immagino che tu possa dire che rivedrò la mia dichiarazione”, ha ammesso Marsh.

La dichiarazione in questione si riferiva alla valutazione iniziale di Marsh sul giocatore quando si era diffusa la notizia dell’interesse del Leeds per l’attaccante italiano.

Il 18enne è stato soprannominato “non pronto per la Premier League”, ma ha ammesso che la sua valutazione era fuori bersaglio.

“Questa affermazione aveva più a che fare con il fatto che l’abbiamo presa di mira e l’abbiamo conosciuta, ma aveva più a che fare con le finestre future e non esattamente. Il fatto che siamo in grado di avviare il processo in anticipo è davvero utile per tutti ”, ha aggiunto Marsh.

READ  Coppa Italia: Juventus Thrash Spall 4-0, Atalanta batte la Lazio 3-2 suspense

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.