Il telescopio James Webb della NASA apre specchi dorati nello spazio

Muovendosi alla velocità di un quarto di miglio al secondo nello spazio, James Webb Spazio Il telescopio ha ricevuto le sue ali dorate sabato nella fase finale del suo dispiegamento dal suo lancio.

Il telescopio più potente mai lanciato dalla Guyana francese la mattina di Natale, Ma l’enorme osservatorio doveva essere piegato per adattarsi al missile Ariane 5.

Lo specchio di base di Webb largo 21 piedi è piegato in due punti come due orecchie su entrambi i lati della testa umana. Una di quelle orecchie con tre specchietti esagonali è stata aperta venerdì e la mossa finale è avvenuta sabato mattina quando le squadre hanno posizionato i loro ultimi tre specchietti a dritta. Ora il telescopio è nella sua forma finale per guardare indietro nell’universo.

È stato un’enorme pietra miliare per la missione e il team internazionale responsabile del lancio e di ogni fase del dispiegamento. Webb è uno sforzo globale tra la NASA, l’Agenzia spaziale canadese e l’Agenzia spaziale europea.

Il capo scienziato della NASA, il dottor Thomas Zurbuchen, è apparso nella trasmissione in diretta della NASA di sabato dello spiegamento finale con una barba in crescita. Di solito ben rasato, Zurbuchen ha detto a sua moglie dopo che Webb è stato licenziato: “Non mi raderò finché Webb non sarà completamente schierato”.

Dal suo lancio, il telescopio si è lentamente dispiegato nello spazio pezzo per pezzo. Una grande mossa si è verificata all’inizio di questa settimana quando è stata aperta la crema solare a cinque strati di Webb. Ogni strato doveva essere stretto prima del successivo.

Il team operativo della missione della NASA esulta dopo aver installato l’ultima ala dello specchio primario sul telescopio spaziale James Webb l’8 gennaio 2022.
NASA/AFP tramite Getty Images

Successivamente, lo specchio secondario collegato da tre lunghi bracci davanti alla navicella è stato espulso. Lee Feinberg, Optical Telescope Element Manager di Webb presso il Goddard Spaceflight Center della NASA, lo ha definito “il treppiede più avanzato al mondo”.

READ  Il telescopio spaziale James Webb scatta la prima immagine con specchi allineati

Il dispiegamento dello specchio primario di sabato significa che lo specchio più grande nello spazio ha entrambe le ali aperte e il telescopio ha completato tutti i passaggi critici per sbloccarlo dal suo bozzolo di lancio. Centosettantotto Rilascio meccanismi di rilascio Necessario per aprire completamente Webb per la pubblicazione. Sabato sono stati rilasciati gli ultimi fermi.

Il team editoriale dello Space Telescope Science Institute Control Center di Baltimora ha ascoltato un po’ di affollamento negli anni ’70 mentre controllava tutti i passaggi prima di aprire gli specchi finali. Ad un certo punto, “Ring my Bell” di Anita Ward potrebbe essere ascoltato attraverso un livestream della NASA.

L'amministratore associato della NASA per la direzione della missione scientifica Thomas Zurbuchen, a sinistra, e altri comandanti della NASA hanno ascoltato Julianna Schiemann, direttrice delle missioni satellitari civili di SpaceX, al centro, visitano l'hangar mentre il razzo Falcon 9 e la navicella spaziale DART vengono attrezzati per il lancio, nello spazio di Vandenberg Base militare in California.
Il capo scienziato della NASA, il dottor Thomas Zurbuchen (a sinistra), ha ammesso di non essersi rasato dopo il lancio del telescopio spaziale James Webb.
lotta per le scorte

La telemetria del veicolo spaziale è stata tradotta in un’animazione che mostra l’ala in posizione come ha fatto nello spazio.

Con gli ultimi tre specchi allineati con il grande telescopio d’oro, una voce al centro di controllo ha confermato: “Siamo giunti alla fine della diffusione”. Tutti al centro di controllo hanno applaudito e applaudito.

Webb continuerà a viaggiare nello spazio nelle prossime due settimane per raggiungere la sua orbita finale a un milione di miglia dalla Terra, nota come Lagrangian Point II, o L2. Il veicolo spaziale ha ancora circa 230.000 miglia da percorrere. Dovrebbe arrivare entro la fine di gennaio.

Il James Webb Space Telescope viene lanciato con un razzo Ariane 5 da Arianespace al Guyana Space Center di Kourou, nella Guyana francese, il 25 dicembre 2021.
Il James Webb Space Telescope viene lanciato con un razzo Ariane 5 da Arianespace al Guyana Space Center di Kourou, nella Guyana francese, il 25 dicembre 2021.
Bill Ingalls/UPI/Shutterstock

I prossimi cinque mesi saranno spesi raffreddamento del telescopio, Allineare i 18 specchi che compongono lo specchio primario e calibrare gli strumenti a bandiera.

Il Goddard Space Flight Center della NASA ha un sito web dedicato al monitoraggio dei progressi di Webb. Fornisce aggiornamenti su distanza, velocità e temperatura.

READ  SpaceX will launch dozens of satellites on its Transporter-1 flight on Friday and you can watch it live

In base alla progettazione, JWST ha un “lato freddo” e un “lato caldo”. Il lato caldo è la parte inferiore dell’aletta parasole delle dimensioni di un campo da tennis dell’astronave, rivolta verso il sole e che protegge gli strumenti di Webb che devono funzionare a temperature gelide.

Il lato interessante include un gigantesco specchio web esagonale e a volte sarà meno 467 gradi Fahrenheit. Ciò ha rappresentato una sfida ingegneristica per i team che costruiscono Webb perché il telescopio deve funzionare a temperature inferiori allo zero nello spazio, ma è stato costruito a temperatura ambiente sulla Terra. Per assicurarsi che tutto funzionasse nello spazio, gli ingegneri hanno sottoposto tutti gli specchi e gli strumenti a un test criogenico del vuoto presso il Marshall Space Flight Center della NASA in Alabama.

Il JWST da 10 miliardi di dollari si baserà sull’incredibile ma molto più potente eredità del telescopio spaziale Hubble. Webb vedrà nella luce infrarossa osservando le prime galassie, scoprendo nuovi mondi e aiutando a risolvere domande senza risposta su come siamo arrivati ​​qui.

“Riesci a immaginare, anche tra cinque anni, come le aule di tutto il mondo saranno influenzate dal telescopio che viene costruito ora?” ha detto Zurbuchen.

JWST potrebbe durare più a lungo della sua durata prevista di 10 anni e cambiare ciò che sappiamo dell’universo. Gli scienziati della prossima generazione trarranno vantaggio dalla missione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.