Il supervulcano dei Campi Flegrei in Italia è stato scosso da un potente terremoto

Martedì le scuole dei Campi Flegrei sono rimaste chiuse per la tempesta sismica.

Un terremoto di magnitudo 4.4 ha scosso lunedì sera i Campi Flegrei, un'area altamente sismica nella regione meridionale della Campania, vicino a Napoli, in Italia.

Secondo l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), il sisma faceva parte di una tempesta sismica in corso.

IL TerremotoAvvenuto alle 20.10 a una profondità di tre chilometri, è stato il più forte a colpire la zona dei Campi Flegrei negli ultimi 40 anni.

Pozzuoli ha subito lievi danni strutturali a causa del sisma, hanno riferito i vigili del fuoco, e ha mandato in panico le persone che sono fuggite in strada, molte delle quali hanno trascorso la notte in macchina.

Martedì sera sono state segnalate circa 150 scosse di assestamento in cinque ore, tra cui un terremoto di magnitudo 3,5 alle 19:59 e uno di magnitudo 3,9 alle 21:46, ha detto l'INGV.

Martedì le scuole di Pozzuoli, Bacoli, Quarto e Monte di Procida e alcune parti di Napoli rimarranno chiuse in via precauzionale, hanno detto le autorità locali.

Dichiarata parco regionale 20 anni fa, l'area dei Campi Flegrei è una zona altamente sismica di caldere supervulcaniche situata a ovest di Napoli e a circa 50 chilometri dal Vesuvio.

Il vulcano Campo Flegrei ha eruttato l'ultima volta nel 1538, anche se i terremoti sono stati comuni nella zona sin dagli anni '50, con un aumento dei disordini sismici all'inizio degli anni '80.

READ  Vaccino anti-governo, Italia secondo paese dell'UE più popoloso: 322.943 iniezioni

Gli esperti ritengono che il recente picco dell’attività sismica sia legato al protecismo, che comporta il graduale sollevamento o abbassamento di una porzione della superficie terrestre, causato dal riempimento o dallo svuotamento delle camere magmatiche sotterranee o dall’attività idrotermale.

Sono 15 i comuni dell'area dei Campi Felgrei, con una popolazione complessiva di oltre mezzo milione di persone che vivono nella cosiddetta 'zona rossa' a estremo rischio.

All’inizio di quest’anno il governo italiano ha annunciato nuove misure alla luce dell’aumento dell’attività sismica nella regione, aggiornando i piani di emergenza per possibili evacuazioni di massa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *