Il settore dei servizi in Italia torna a crescere moderatamente ad agosto – PMI

Le persone sono viste in un centro per l’impiego poiché l’Italia ha affrontato il problema della crescita salariale zero negli ultimi trent’anni a Milano, in Italia, il 14 giugno 2022, a Milano, in Italia. REUTERS/Flavio Lo Scalzo

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

ROMA, 5 set. (Reuters) – Il settore dei servizi in Italia ha registrato una leggera crescita ad agosto, grazie all’allentamento delle pressioni inflazionistiche.

L’indice dei gestori degli acquisti (PMI) di S&P Global per i servizi è salito a 50,5 da 48,4 di luglio, superando la soglia di 50 che separa la crescita dalla contrazione.

Il risultato è stato al di sopra della previsione media di 48,2 in un sondaggio Reuters di otto analisti e potrebbe contribuire ad attenuare i timori di un rallentamento nella terza economia della zona euro nella seconda metà dell’anno.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

I sottoindici sia per i prezzi di input che per i prezzi praticati dai fornitori di servizi sono diminuiti rispetto al mese precedente.

La nuova attività è rimasta sostanzialmente stabile dopo la contrazione di luglio per la prima volta da gennaio.

Il PMI per il piccolo settore manifatturiero italiano, pubblicato giovedì, ha mostrato una contrazione per il secondo mese consecutivo ad agosto.

L’indice composito dei gestori degli acquisti, che unisce servizi e manifatturiero, era 49,6 ad agosto, dal 47,7 di luglio, ma segnalava ancora una contrazione più contenuta.

L’economia italiana è cresciuta di un forte 1,1% nel secondo trimestre rispetto ai tre mesi precedenti, i dati hanno mostrato giovedì, ma gli analisti si aspettano un rallentamento più marcato nel corso dell’anno poiché le imprese e le famiglie sono alle prese con l’aumento dei costi energetici.

READ  Sondaggio OGAE 2021: la Bulgaria regala all'Italia 12 punti

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Reporting di Gavin Jones, montaggio di Hugh Lawson

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.