Il sequestro dell’aereo di Putin è “la più grande attività di distruzione della flotta civile nella storia dell’aviazione”

Vladimir Putin ha ordinato a circa 500 aerei di proprietà occidentale di rimanere in Russia, invece di restituirli, infatti li ha rubati alle compagnie di charter che li possedevano.

L’agenzia di stampa ufficiale TASS ha riferito che il presidente russo “ha firmato una legge sulle misure a sostegno dell’aviazione civile, che offre l’opportunità di registrare i diritti degli aeromobili stranieri noleggiati da compagnie russe e rilasciare loro certificati di aeronavigabilità nazionale”.

“500 aerei sono stati nazionalizzati all’interno della Russia”, ha detto un importante commentatore di aviazione negli Stati Uniti.

John Ostrower, editore flusso d’ariaHa aggiunto: “Se completata, sarà la più grande attività singola per distruggere una flotta civile nella storia dell’aviazione. Questi aerei non opereranno mai più come parte della flotta globale”.

Mentre alcuni aerei di fabbricazione russa vengono utilizzati per voli nazionali all’interno del paese più grande del mondo, tutte le principali compagnie aeree, tra cui Aeroflot e il suo ex partner S7, dispongono di flotte di moderni aeromobili Airbus e Boeing.

La maggior parte di loro sono di proprietà di compagnie charter occidentali, che hanno annullato i contratti, annullato l’assicurazione e chiesto la restituzione degli aerei.

AerCap è il locatore più esposto.

Fondamentalmente, TASS ha riferito: “Le modifiche al codice aereo russo e alcuni altri atti legislativi consentono alle compagnie aeree russe di mantenere la flotta di aerei stranieri e danno l’opportunità di operarli su rotte nazionali.

“La legge mira a mantenere la flotta di aeromobili stranieri con operatori russi ai fini del buon funzionamento dell’aviazione civile nell’ambito delle misure anti-sanzione”.

Ma possedere aerei occidentali non è riuscito a risolvere il problema della manutenzione. Le sanzioni internazionali vietano la fornitura di pezzi di ricambio.

READ  Quattro morti a Cipro mentre scoppiano gli incendi boschivi "più distruttivi"

Su Twitter, Brian Corbett ha risposto al signor Osterwehr dicendo: “Molti ragazzi con accento russo saranno a Victorville in cerca di una parte”.

Si riferiva al “Cimitero degli aerei” di Victorville nel deserto della California, dove erano immagazzinati centinaia di aerei, molti dei quali smantellati per pezzi di ricambio.

Anche se l’aereo verrà infine restituito, si teme che possa essere bandito dal volo internazionale a causa di una storia di manutenzione incerta mentre si trova in Russia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.