Il ritratto di Mussolini rimosso dal muro del Ministero italiano | Benito Mussolini

Il ministro uscente ha affermato che un ritratto del dittatore fascista Benito Mussolini appeso a un muro del ministero dello Sviluppo economico italiano sarebbe stato rimosso “per evitare polemiche”.

Il neoeletto presidente del Senato, Ignazio La Rosa, uno dei fondatori della Confraternita d’Italia che raccoglie cimeli fascisti, ha criticato la mossa come esempio di “cultura dell’abolizione”.

La “verità inquietante” dell’esistenza della foto è stata svelata dal sindacato, Cgil, dopo la conferma da parte dei dipendenti della pubblica amministrazione.

Giorgia Meloni, leader di Fratellanza d’Italia, partito con radici neofasciste, è destinata a diventare presidente del Consiglio dopo aver guidato una coalizione composta dalla Lega Matteo Salvini di estrema destra e Forza Italia di Silvio Berlusconi ad una vittoria decisiva alle elezioni di settembre 25.

Giancarlo Giorgetti, ministro uscente dello Sviluppo economico e vice capogruppo dell’associazione, ha detto che la foto faceva parte di una mostra intitolata Geniale Italia (Magnifica Italia), in occasione del 90° anniversario dell’apertura di Palazzo Piacentini, sede del Ministero a Roma, e includeva le foto di tutti gli ex Ministri del Ministero. Mussolini fu Ministro delle Imprese nel 1932.

Giorgetti ha detto che un ritratto di Mussolini è appeso anche nella “Galleria dei Primi Ministri” a Palazzo Chigi, residenza ufficiale del Presidente del Consiglio italiano.

“Nessuno se ne è accorto”, ha detto della foto di Palazzo Chigi.

Ha detto che l’immagine al ministero dell’Economia sarà rimossa. “Se c’è un problema, lo rimuoveremo per evitare polemiche e sfruttamento”.

I presidenti di entrambe le camere del parlamento sono stati eletti la scorsa settimana come parte dei primi passi formali verso la formazione del governo Meloni.

Tra la condanna della Cgil e dei politici di sinistra per le foto, La Russa ha rivelato che un altro ritratto di Mussolini è stato esposto al ministero della Difesa. “Voglio dire, dovremmo abolire anche la cultura?” Egli ha detto.

Meloni dovrebbe ricevere dal presidente Sergio Mattarella il mandato di formare un governo entro la fine di questa settimana. Finché ci sarà supporto per la lista del governo di coalizione, il governo presterà giuramento all’inizio della prossima settimana.

I rapporti tra Meloni e l’ex primo ministro Berlusconi, 86 anni, che ha servito tre volte, hanno avuto un momento difficile la scorsa settimana dopo aver posto il veto alle sue richieste al governo, ma la coppia ha chiesto una tregua durante l’incontro di lunedì.

Berlusconi ha detto martedì che Meloni gli aveva chiesto di essere il suo “consigliere”, un ruolo prima di lui mentre ricordava alla gente che era il fondatore della coalizione di destra.

READ  Rapporto 2022 sull'ipertensione pandemica: focus su Stati Uniti, Germania, Spagna, Italia, Francia, Regno Unito e Giappone, 2019-2032 - ResearchAndMarkets.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.