Il ristorante Cornells a Schenectady’s Little Italy riaprirà venerdì

SCHENECTADY — Cornells a Little Italy, chiusa dall’inizio della pandemia, riapre venerdì gen. 28, con un nuovo proprietario ma quasi del tutto lo stesso personale.

Il menu (vedi qui) riporta i preferiti di Cornells del passato, tra cui cavatelli, fegatini di pollo e vitello Raphael, ma presenta anche quella che la proprietaria Maria Perreca Papa descrive come una “bistecca sopraelevata e esperienza di pesce”.

Papa, la cui famiglia ha fondato la Bakery Perreca’s nel 1913, ha annunciato a luglio che lei e un partner silenzioso stavano acquistando Cornells, riunendo nomi che hanno contribuito a definire il cibo italiano a Schenectady per quasi 190 anni messi insieme. Papà e il suo partner possiedono anche il ristorante More Perreca’s, che è adiacente alla panetteria e si trova dall’altra parte di un parcheggio rispetto all’edificio Cornells. Il panificio stesso è di proprietà di Papa e suo fratello Anthony Perreca Papa

Cornells ha chiuso all’inizio della pandemia, nel marzo 2020, con i proprietari che hanno affermato di non essere stati in grado di adattarsi al modello di solo asporto allora dettato dallo stato.

Con il personale di nuovo in servizio dall’autunno, papà ha detto a fine ottobre che era pronta a riaprire non appena fosse arrivata la licenza per gli alcolici. L’ha ricevuto la scorsa settimana, ha detto mercoledì.


L’executive chef è Ryan Nicklaw, che è stato co-head chef di Cornells per alcuni anni prima della sua chiusura. Papa ha annunciato in ottobre che Scott Carlton, recentemente del Tala American Bistro a Latham, sarebbe stato lo chef di Cornells, ma ha scelto di andarsene prima che il ristorante potesse aprire, ha detto.

READ  L'Arabia Saudita conferma il suo impegno per l'accordo OPEC+ con la Russia e chiede di fermare l'escalation in Ucraina

Parlando di Nicklaw, papà ha detto: “Conosce così bene quelle ricette di Cornells. È importante avere quella continuità”. Insieme a Nicklaw in cucina e incaricato del lato più carnoso del menu c’è Anthony Vagnini, uno specialista della carne bovina che ha svolto due periodi al Salt & Char a Saratoga Springs e si è fatto un nome come maestro di bistecche da carne di manzo stagionata per sei a oltre nove settimane al ristorante East Cove a Lake George. Vagnini ha recentemente lavorato per Sperry’s a Saratoga.

L’orario iniziale per i Cornells da 206 posti è giovedì dalle 16:00 alle 21:00, venerdì e sabato dalle 16:00 alle 22:00, domenica dalle 15:00 alle 20:00, chiuso dal lunedì al mercoledì. È probabile che i giorni e le ore si espandano nei prossimi mesi, ha detto papà. Le prenotazioni possono essere effettuate chiamando il 518-630-5002. Il sito web del ristorante non è ancora operativo; la sua presenza sul Resi la piattaforma di prenotazione online dovrebbe essere funzionante in un giorno o due, ha detto Papa.

I prezzi degli antipasti variano da $ 20 per melanzane alla parmigiana e penna alla vodka a $ 39 per fruitti di mare, $ 40 per filet mignon da 7 once o bistecca con l’osso da 16 once e $ 42 per capesante con risotto all’aragosta.

La lista dei vini comprende 18 vini al bicchiere (da $ 9 a $ 14), più voli, mezze bottiglie e 55 alla bottiglia (da $ 26 a $ 221). I cocktail sono da $ 11 a $ 13.

Situato in Van Vranken Avenue per 60 anni, il Cornells Restaurant nel 2003 si è trasferito nell’attuale edificio Cornells di 13.600 piedi quadrati, al 39 N. Jay St. nel quartiere di Little Italy. I suoi proprietari prima di Papa – l’ex editore del Daily Gazette Jack Hume, sua moglie Connie e il socio in affari George Ryon – l’hanno acquistato da Joanne Aragosa, la figlia dei fondatori, nel 2011 e l’hanno ribattezzato Cornells a Little Italy.

READ  Un giudice italiano dichiara che Salvini non può essere processato in un caso di nave di migranti

Quando papà annunciò che stava acquistando l’edificio Cornells, disse: “Mio padre raccontava storie di quando si fermava a Cornells quando era su Van Vranken, consegnava il suo pane, intingendolo nella loro salsa con le polpette che era sul fornello e chit -chattare con la signora Cornell.” Il pane italiano di Perreca, famoso per la sua crosta spessa e croccante e l’interno morbido, è fatto in un forno a carbone che, secondo la tradizione, raramente si è completamente raffreddato tra le sessioni di cottura nei suoi 109 anni di storia.

Prima di perseguire la rinascita di Cornells, papà cercò Aragosa. «Avevo bisogno della benedizione di Joanne», disse papà. “Quindi quella è stata la mia prima telefonata.” Aragosa rimane una presenza nel settore, lavorando presso Villa Tuscan Grill di Armondo a Rotterdam.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.