Il regista di Sonic Frontiers afferma che il gioco “ha ancora molta strada da fare”

Il direttore di Sonic Frontiers, Morio Kishimoto, afferma che il gioco è un “test di riproduzione globale” e “non è ancora arrivato”.

In un tweet ha postato su Twitter e lo ha monitorato VGCKishimoto ha lasciato intendere che mentre la squadra era “sollevata” dal fatto che la partita fosse finalmente finita e nelle mani dei giocatori, stava “controllando le opinioni dei critici e di tutti gli altri” e aveva ancora “molta strada da fare”.

Recensione di Sonic Frontiers – recensione di SONIC FRONTIERS senza spoiler.

“Mi dispiace di non poterti contattare perché sono stato impegnato dalla data di uscita”, ha twittato Kishimoto ai suoi follower, come tradotto da Google. “Sono sollevato che la data di uscita sia arrivata e sembra che abbia raggiunto tutti in sicurezza.

Kishimoto ha aggiunto: “Stiamo verificando le opinioni dei critici e di tutti gli altri. Come ho indicato, abbiamo ancora molta strada da fare e lo stiamo prendendo sul serio come test globale”.

Hai già giocato? in Recensione di Eurogamer Sonic Frontiersabbiamo detto che:

“[W]Indipendentemente dall’area aperta o dal cyberspazio, non c’è ancora soluzione al vecchio mal di testa che affligge ogni gioco 3D Sonic: fisica incoerente, in cui potresti fermarti improvvisamente sul percorso di spinta, o interrompere l’animazione primaverile e virare fuori rotta.

“Forse non esiste più un sistema di vita, e le enormi masse di terra nelle aree aperte significano che almeno non cadi in buche infinite, ma non rende meno irritanti dover rifare sezioni delle piattaforme”.

Sonic Frontieers è stato ora lanciato su PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S e Nintendo Switch.

READ  Altri badge in arrivo su Apex Legends: vittorie, danni e altro ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.